Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Milano Linea 5: aperte altre due stazioni

Dal 1° Marzo 2014, la Linea 5 della metropolitana di Milano è completa nella prima fase: sono state infatti aperte due nuove stazioni, Isola e Garibaldi, che - assieme alle sette già in esercizio da circa un anno - hanno portato la Linea 5 ad un totale di nove stazioni

Si è aggiunto un nuovo tassello verso il completamento della linea che vedrà, in occasione dell’Expo 2015, il completamento dell’opera fino al capolinea di San Siro con un totale di 19 stazioni.

Immagini

  • Il cantiere della Stazione San Siro Stadio
    article_4445-img_1428
    Il cantiere della Stazione San Siro Stadio
  • La stazione Garibaldi
    article_4445-img_1429
    La stazione Garibaldi
  • Le porte automatiche di banchina
    article_4445-img_1430
    Le porte automatiche di banchina
  • Le fermate della linea
    article_4445-img_1431
    Le fermate della linea
  • La stazione Garibaldi
    article_4445-img_1432
    La stazione Garibaldi
  • Uno scavo naturale in galleria
    article_4445-img_1433
    Uno scavo naturale in galleria

Si conferma così la nuova realtà milanese che vede protagonista il Concessionario privato Metro 5 SpA nella realizzazione e, soprattutto, nella gestione del servizio passeggeri metropolitano. Infatti il Concessionario, assieme ad un pool di Banche finanziatrici che hanno partecipato alla struttura del Project Financing, da ormai un anno gestisce la linea della Metro di Milano con il Partner ATM con eccellenti risultati in termini di affidabilità del servizio e su valori di parametri prestazionali superiori al 99,8%, ben oltre le previsioni contrattuali.

La stazione Garibaldi

Con la nuova stazione di Garibaldi la linea avrà accesso diretto ad uno dei maggiori nodi di scambio: infatti, si connetterà con la Linea M2, con il Passante e con la Stazione Garibaldi FS, ove transitano più di 200.000 passeggeri al giorno, divisi tra i diversi gestori di servizi ferroviari, quali Trenitalia, Italo e Trenord nonché alcuni Gestori stranieri e servizi di trasporto pubblico di superficie.

La nuova stazione è posta a ridosso del nuovo Centro direzionale e collegata attraverso percorsi pedonali con la Piazza Gae Aulenti, ove si affacciano attività commerciali e punto di ritrovo e d’incontro per manifestazione culturali della nuova Milano in vista dell’Expo.

All’interno della nuova stazione M5 sono infatti presenti percorsi che conducono verso la stazione ferroviaria e le linee del Passante o verso la Linea 2 della metro, con corridoi posti a diverse quote che agevolano gli utenti negli interscambi senza incrociare i flussi e i vincoli della viabilità ordinaria. Inoltre, negli orari di apertura della linea, si è reso fruibile un attraversamento pedonale sotterraneo che agevola il collegamento tra Corso Como e la stazione F.S..

Come in tutte le altre stazioni della linea, particolare attenzione si è posta al percorso per i diversamente abili con ascensori che collegano il piano strada con le banchine dei treni.

La stazione Isola

La stazione Isola è invece collocata approssimativamente al centro di Via Volturno, un’area ricca di insediamenti commerciali, e a due passi dalla nuova sede della Regione Lombardia, collegando finalmente questo storico quartiere alla rete metropolitana.

Con l’apertura completa della prima tratta, il servizio passeggeri è prolungato fino alle ore 24.00 e soprattutto il cadenzamento – cioè la distanza in tempo tra due treni consecutivi – è stato portato a 180 secondi nelle ore di massima affluenza. Ciò consente di trasportare circa 10.000 passeggeri ogni ora, assicurando una significativa capacità di flussi tra i due capolinea, Bignami e Garibaldi. La flotta è di 12 treni di cui nove in servizio e tre di scorta, veicoli che possono ospitare fino a 536 passeggeri.

La sicurezza è un must

Oltre a garantire un efficace servizio passeggeri, nelle proprie stazioni Metro 5 vuole assicurare un elevato grado di sicurezza avendo istallato, anche in queste nuove stazioni, le porte automatiche di banchina, così come sono già in uso da un anno sulle prime sette stazioni con risultati eccellenti in termini di affidabilità; queste creano all’interno della stazione un ambiente diverso e molto più confortevole rispetto alle normali linee, eliminando il contatto diretto con i treni e con i binari.

Le porte automatiche si aprono in 2,5 secondi e sono testate, in laboratorio, per più di 1.000.000 di cicli. In fase di chiusura, sono in grado di rilevare la presenza di un oggetto particolarmente piccolo, quale ad esempio una penna o un cellulare, se frapposto tra le due ante, grazie ad un sistema di controllo particolarmente sensibile; in tal caso, tornano a riaprirsi fino alla rimozione dell’ostacolo. Inoltre, garantiscono una notevole barriera acustica, schermando il rumore proveniente dai convogli che transitano nelle gallerie e garantiscono un particolare comfort per chi attende il treno sulla banchina. Altro requisito di particolare importanza è la loro resistenza alla pressione che la folla potrebbe esercitare su di esse; vengono pertanto testate per resistere ad una pressione di circa 3.000 kg/m per diversi minuti.

La Linea 5 è la prima linea su ferro in Italia con sistema di guida senza conducente (driverless) ed è alimentata mediante terza rotaia rappresentando così uno dei sistemi più all’avanguardia presenti sul mercato. La linea e la movimentazione dei veicoli sono interamente gestite da un unico posto di controllo situato presso il capolinea di Bignami. Dal posto di controllo è possibile conoscere la posizione di tutti i treni in servizio, eseguire in caso di necessità qualsiasi comando sui treni in movimento, gestire e segnalare al pubblico le informazioni relative al viaggio, controllare e gestire tutti gli ambienti delle stazioni.

Conclusioni

La nuova linea metropolitana nasce da un progetto di mobilità del Comune di Milano che troverà completamento una volta realizzata anche la terza fase che prevede l’estensione della linea in direzione Settimo Milanese e la dotazione della stessa di un deposito e di officine nell’area attigua alla tangenziale, in modo che gli utenti – sia del servizio pubblico extraurbano che i privati – riescano ad usufruire della linea senza avvicinarsi al centro cittadino risparmiando tempi di percorrenza e con un aiuto concreto a salvaguardare l’ambiente.

Metro 5 SpA, Concessionaria per la progettazione esecutiva, la costruzione e la gestione della Linea 5 della Metropolitana di Milano, è costituita dai Soci Astaldi SpA, Alstom SpA, Ansaldo STS SpA, AnsaldoBreda SpA e ATM SpA.