Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Il ponte MS41 sul fiume Widawa in Polonia

In Polonia, la tecnologia del lancio incrementale nel ponte MS41 lungo la S5 Poznań-Wroclaw

La tecnologia del lancio incrementale degli impalcati per l’esecuzione dei viadotti e stata utilizzata da Astaldi nella realizzazione del ponte MS41 sul fiume Widawa lungo la costruenda Superstrada S5 in Polonia; una struttura di grande interesse composta da 13 campate per circa 750 m di lunghezza totale e tre corsie di marcia per ogni carreggiata. Nella parte Sud-occidentale della Polonia, Astaldi SpA ha partecipato alla gara per l’assegnazione di vari lotti con Contratto “Design and Build” della Droga Expressowa 5 nella tratta tra Korzeńsko e Wrocław (Breslavia), dal km 137+500 al nodo Widawa Wrocław.

Astaldi SpA, con quota al 100%, e il General Contractor che sta realizzando il Lotto 3 dell’infrastruttura relativo alla parte del tracciato che da Marcinowo si estende fino a Wrocław, di lunghezza pari a 19 km. Il Cliente e la Direzione Generale delle Strade Nazionali ed Autostrade (GDDKiA) e la fine dei lavori e prevista entro Dicembre 2017. Si tratta di un investimento su una infrastruttura stradale molto atteso nelle regioni della Slesia Inferiore e della Grande Polonia, con l’obiettivo, una volta completata, di ottimizzare il collegamento tra le due grandi citta di Poznań e Wrocław. Questo collegamento stradale, da un lato riduce il tempo di percorrenza del tragitto, dall’altro permette la fluidita ai veicoli in transito su percorrenze maggiori.

  • Gli avambecchi della struttura
    Gli avambecchi della struttura
    Gli avambecchi della struttura
  • Veduta aerea della zona interessata dalla realizzazione del ponte MS41
    Veduta aerea della zona interessata dalla realizzazione del ponte MS41
  • Veduta dell’intradosso degli impalcati dal lato Wrocław
    Veduta dell’intradosso degli impalcati dal lato Wrocław
  • Veduta dalla soletta appena realizzata
    Veduta dalla soletta appena realizzata
  • Veduta laterale in allineamento curvilineo con avambecco
    Veduta laterale in allineamento curvilineo con avambecco
  • Le caratteristiche dei materiali utilizzati per la sovrastruttura
    Le caratteristiche dei materiali utilizzati per la sovrastruttura
  • Un particolare della cassaforma
    Un particolare della cassaforma
    Un particolare della cassaforma
  • L’elemento in sezione trasversale appena gettato
    L’elemento in sezione trasversale appena gettato
    L’elemento in sezione trasversale appena gettato
  • L’elemento in sezione trasversale appena gettato
    L’elemento in sezione trasversale appena gettato
    L’elemento in sezione trasversale appena gettato
  • Un particolare dell’armatura
    Un particolare dell’armatura
    Un particolare dell’armatura
  • sezione trasversale
    sezione trasversale
    sezione trasversale
  • Un dettaglio all’interno della struttura
    Un dettaglio all’interno della struttura
    Un dettaglio all’interno della struttura
  • Veduta laterale
    Veduta laterale
    Veduta laterale

L’inquadramento dell’opera

Nell’ambito di questo progetto, Astaldi sta costruendo il ponte MS41 con la metodologia del lancio incrementale (incremental launching method). La scelta dell’adozione di tale tecnologia e stata dettata dalle complesse caratteristiche geologiche, idrogeologiche e geotecniche del territorio dove, nella zona di interesse, sono presenti vaste aree alluvionali. Il fiume Widawa, infatti, appartiene al bacino di raccolta del grande fiume Oder, la cui valle funziona, tra l’altro, anche da cassa di espansione delle eventuali acque di troppo pieno, in quanto delimitata da un complesso sistema di polder progettati a seguito delle alluvioni del 1997 e del 2010.

Il terreno paludoso, con la presenza della falda acquifera gia a piano campagna, non ha percio reso possibile l’utilizzo di metodologie “tradizionali” di costruzione e l’utilizzo delle classiche travi prefabbricate con luci di circa 40 m, che avrebbero richiesto sia importanti attivita di consolidamento del sottosuolo, al fine di consentire l’impiego di mezzi pesanti di cantiere per il varo delle travi prefabbricate, sia costosi sistemi di banchinaggio con casseforme fisse nel contesto di una soluzione monolitica. L’incremental launching method con campate variabili da 48 a 60 m e quindi risultato la soluzione tecnica ottimale anche per la contemporanea presenza nel progetto di un secondo ponte, l’MS36, di lunghezza pari a 300 m. Infatti, al termine della realizzazione del ponte MS41, l’intera attrezzatura attualmente impiegata sarà trasportata a Wisznia Mała per essere utilizzata nella realizzazione del suddetto ponte MS36 sul fiume Ława, da eseguirsi con la stessa tecnologia.