Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Peter Füglistaler-Wasmer e Renzo Simoni: uomini che… hanno trasformato un sogno in realtà

Intervista a Peter Füglistaler-Wasmer e Renzo Simoni, rispettivamente Direttore dell’Ufficio Federale dei Trasporti e Presidente della Direzione Generale di AlpTransit San Gottardo SA

Per l’occasione, questa volta è un treno il nostro mezzo di trasporto e saliamo verso la nostra destinazione, vale a dire la stazione di Lucerna, dove si trova l’ufficio del Dott. Renzo Simoni. Con lui c’è anche Peter Füglistaler-Wasmer, Direttore dell’Ufficio Federale dei Trasporti, pronto alla nostra intervista. Durante il viaggio raccogliamo alcuni dati che ci convincono della grandiosità dell’opera concernente il nuovo tunnel ferroviario del San Gottardo, la cui inaugurazione è avvenuta lo scorso 1° Giugno (http://online.stradeeautostrade.it/infrastrutture/ferrovie-e-metropolitane/2016-06-30/san-gottardo-il-piu-lungo-tunnel-ferroviario-del-mondo-53845/). Il tunnel con i suoi 57,1 km è il più lungo del mondo tra quelli ferroviari, battendo di oltre 3 km quello giapponese di Selkan. Il varo del San Gottardo contribuirà a collegare Milano a Zurigo in 3 ore, mentre per attraversare l’intero tratto della galleria occorreranno 20 minuti: questi sono solamente alcuni dei numeri che lo rendono un’opera davvero unica e avveniristica.

Una volta arrivati, veniamo introdotti nell’ufficio di Simoni, che si trova proprio all’interno della stazione di Lucerna ed è decisamente molto luminoso. Il nostro ci racconta con garbo che lavora alternandosi tra una grande scrivania e uno scrittoio. Notiamo, prima di iniziare con l’intervista, che nella stanza si trovano diversi oggetti provenienti dai vari cantieri, oltre a oggetti ricevuti come ricordi delle tappe del progetto (come ad esempio la posa della prima pietra, la caduta del diaframma, ecc.). Nel frattempo, ci viene offerto un caffè che ci consente di apprendere che entrambi lo preferiscono “nero” come prima colazione. Le domande che poniamo trovano risposte alternate da parte dei nostri due interlocutori che sembrano interagire come un solo uomo: una sorta di Giano moderno. Prima di proporre le domande dell’intervista riteniamo utile menzionare alcune date fondamentali dell’opera:

  • 1872: inizia la costruzione della galleria di sommità;
  • 1882: viaggiano i primi treni speciali da Milano a Lucerna e viceversa,attraverso la galleria di valico del San Gottardo che, con una lunghezza di 15 km, per il tempo rappresenta il record del mondo;
  • 1947: l’Ing. Carl Eduard Grunn disegna uno schizzo dal sapore avveniristico per una galleria di base del San Gottardo;
  • 1991: il Parlamento riprende un progetto bocciato nel 1974 per la costruzione di due gallerie (doppio binario) di base per il Gottardo e il Lotschberg;
  • 1992: la Svizzera, con un referendum, approva il progetto della Nuova Ferrovia Transalpina (NFTA);
  • 2010: dopo i parziali breakthrough del 2006, 2007 e 2009, si concludono i lavori tra Sedrun e Faido, con la caduta principale dell’ultimo diaframma e l’inizio della posa degli impianti ferroviari;
  • 2016: il 1° Giugno scorso, 17 anni dopo la prima esplosione nel cunicolo principale, la galleria ferroviaria più lunga del mondo è stata ufficialmente inaugurata. Un momento tantoatteso poiché tappa fondamentale della politica dei trasporti svizzera.

  • Renzo Simoni, Presidente della Direzione Generale di AlpTransit San Gottardo SA
    Renzo Simoni, Presidente della Direzione Generale di AlpTransit San Gottardo SA
    Renzo Simoni, Presidente della Direzione Generale di AlpTransit San Gottardo SA
  • Peter Füglistaler-Wasmer, Direttore dell’Ufficio Federale dei Trasporti
    Peter Füglistaler-Wasmer, Direttore dell’Ufficio Federale dei Trasporti
    Peter Füglistaler-Wasmer, Direttore dell’Ufficio Federale dei Trasporti
  • L’inaugurazione del nuovo tunnel
    L’inaugurazione del nuovo tunnel ferroviario del San Gottardo è avvenuta lo scorso 1° Giugno
    L’inaugurazione del nuovo tunnel ferroviario del San Gottardo è avvenuta lo scorso 1° Giugno
  • Da sinistra: Renzo Simoni, Presidente della Direzione Generale i AlpTransit San Gottardo SA; Peter Füglistaler-Wasmer, Direttore dell’Ufficio Federale dei Trasporti e Andreas Meyer, CEO delle Ferrovie Federali Svizzere (FFS)
    Da sinistra: Renzo Simoni, Presidente della Direzione Generale i AlpTransit San Gottardo SA; Peter Füglistaler-Wasmer, Direttore dell’Ufficio Federale dei Trasporti e Andreas Meyer, CEO delle Ferrovie Federali Svizzere (FFS)
  • Il momento della benedizione
    Il momento della benedizione della galleria di base del San Gottardo del 1° Giugno
    Il momento della benedizione della galleria di base del San Gottardo del 1° Giugno
  • I test della messa in esercizio
    I test della messa in esercizio dei treni merci alla galleria di base del San Gottardo
    I test della messa in esercizio dei treni merci alla galleria di base del San Gottardo
  • La caduta del diaframma principale della galleria di base del Ceneri il 21 Gennaio 2016
    La caduta del diaframma principale della galleria di base del Ceneri il 21 Gennaio 2016
    La caduta del diaframma principale della galleria di base del Ceneri il 21 Gennaio 2016
  • Il portale Sud della galleria di base del San Gottardo
    Il portale Sud della galleria di base del San Gottardo
    Il portale Sud della galleria di base del San Gottardo
“Strade & Autostrade”: “Cos’è AlpTransit e qual è la sua funzione?”.

“Renzo Simoni”: “AlpTransit San Gottardo SA è stata fondata il 12 Maggio 1998. La Società è un’affiliata al 100% delle Ferrovie federali svizzere (FFS) con sede qui a Lucerna e succursali ad Altdorf, Sedrun, Faido e Bellinzona ma agisce in modo indipendente dalle FFS e non risulta nei loro conti finanziari. Attualmente AlpTransit San Gottardo SA ha un organico di circa 160 Collaboratori. Quale Committente della nuova trasversale ferroviaria alpina (NFTA) sull’asse del San Gottardo, con le gallerie di base del San Gottardo e del Ceneri, ATG sta realizzando una ferrovia di pianura ecologica attraverso le Alpi. Il DATEC (Dipartimento Federale dell’Ambiente, dei Trasporti, dell’Energia e delle Comunicazioni) rappresenta gli interessi fondamentali della Confederazione quale Committente della NFTA. Ha emanato un’istruzione dipartimentale concernente il controlling della NFTA, che prescrive chiaramente lo svolgimento della vigilanza, del controllo e del rendiconto del progetto. I Costruttori e il DATEC preparano congiuntamente accordi, cioè dei contratti concernenti le prestazioni ordinate e i termini del loro adempimento. La Delegazione di vigilanza della NFTA esercita l’Alta Vigilanza sulla realizzazione della NFTA. I compiti principali sono:

  • il controllo parlamentare dell’Amministrazione e l’Alta Vigilanza Finanziaria concomitanti e a posteriori sulla realizzazione della NFTA;
  • la vigilanza corrente della conformità delle prestazioni e del rispetto dei costi, dei termini, dei crediti e delle condizioni quadro giuridiche da parte dei servizi interessati;
  • la verifica delle strutture organizzative dei progetti e della vigilanza come pure il controllo dell’esercizio delle funzioni di vigilanza e di gestione da parte delle Autorità di Vigilanza”.