Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Alberto Selleri: l’uomo che… ci fa vedere il futuro

Intervista all’Ingegner Alberto Selleri, Responsabile della Direzione Realizzazione Opere per la Condirezione Generale nuove Opere di Autostrade per l’Italia SpA

“S&A”: “Il secondo lotto, la Variante di Santa Lucia, è stata approvata dal MIT con progetto esecutivo. Quali sono le caratteristiche di questa variante in galleria di 7,7 km? Con quali tempi sarà realizzata?”.

“AS”: “La galleria Santa Lucia è una galleria di 7,7 km con tre corsie di marcia e una pendenza media del 2,3%. È una galleria a carreggiata unica come si diceva, quindi in progetto è stata adottata una configurazione della galleria in modo da ottimizzare la posizione delle vie di fuga in caso di emergenza, ubicandole in un cunicolo protetto e ventilato al di sotto della piattaforma autostradale, collegato alla piattaforma con vie di evacuazione ogni 250 m. La configurazione è quella già sperimentata nelle gallerie Manganaccia e Puliana della Variante di Valico e Melarancio e Pozzolatico della tratta Firenze Nord Firenze Sud. Sarà necessaria una nuova fresa, una TBM EPB di ultima generazione, attesa in cantiere dai primi di Novembre e già titolare di un nuovo primato: con i suoi 15,87 m di diametro è la TBM più grande d’Europa. La fresa inizierà a scavare i 7.700 m a partire dalla fine di Febbraio del 2017. Il programma prevede di aprire il tratto al traffico entro Aprile del 2020”.

“S&A”: “La ciliegina sulla torta a conclusione della Variante di Valico sarà la tratta Firenze Sud-Incisa. Anche nell’ultimo tratto sono previste tre corsie di marcia?”.

“AS”: “Sì, come detto il modello adottato per il potenziamento dell’autostrada è lo stesso della tratta Barberino Firenze Nord, con il potenziamento fuori sede, quindi la direzione Sud avrà una nuova carreggiata a tre corsie, con lo scavo della nuova galleria San Donato, mentre la direzione Nord utilizzerà le due attuali carreggiate opportunamente riqualificate”.

Raccogliamo i nostri appunti e, prima di salutarci, chiediamo se trovi – nel poco tempo a disposizione che il lavoro gli lascia – qualche spazio per coltivare degli hobby: quando riesce va a correre e, avendo tre cani, fa capire a noi amanti cinofili che dedicarsi alla loro cura è molto più di un passatempo. Salutiamo e usciamo. Roma appare piena di sole e la pioggia non è che un ricordo… Alla prossima!

Curriculum Vitae di Alberto Selleri

Laureatosi in Ingegneria Civile – Sez. Trasporti al Politecnico di Milano nel 1986, l’Ing. Alberto Selleri è iscritto all’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Lecco. Direttore Realizzazione Opere di Autostrade per l’Italia SpA, ha maturato oltre 27 anni di esperienza con ruoli di responsabilità nella progettazione, direzione lavori e gestione della realizzazione di grandi opere infrastrutturali in Italia, con particolare esperienza nelle gallerie. Il suo profilo combina competenze tecniche e gestionali, caratteristica che lo porta oggi a ricoprire anche un secondo incarico come Responsabile della Divisione Progettazione e Direzione Lavori Nuove Opere Autostradali e Tecnica di SPEA Engineering SpA. Attualmente riveste l’incarico di Responsabile della Direzione Realizzazione Opere per la Condirezione Generale Nuove Opere e Responsabile di Funzione nell’ambito della Direzione Operativa Sviluppo Rete di Autostrade per l’Italia SpA.

Dall’Aprile 2016 ad oggi, per SPEA Engineering SpA riveste l’incarico di Responsabile della Divisione Progettazione e Direzione Lavori Nuove Opere Autostradali e Tecnica, mentre dal Giugno 2010 al Dicembre 2013 è stato Direttore Operativo Progettazione ed Esecuzione Lavori, Responsabile della Funzione Direzione Lavori e Direttore Tecnico. Tra le sue responsabilità, vi sono quella di garantire la realizzazione del piano investimenti per il potenziamento e l’ammodernamento della rete autostradale, definire e monitorare il budget e il crono programma generale delle nuove opere analizzando eventuali scostamenti, curare i rapporti con l’ANAS e gli Enti nazionali e locali e definire gli indirizzi progettuali e verificare l’esecuzione dei lavori in termini tecnico/economico, valutando le eventuali perizie e assicurando la gestione delle riserve.

Tra i principali progetti seguiti, si elencano i seguenti:

  • Gronda di Genova: adeguamento e potenziamento del nodo A7/A10/A12;
  • Variante di Valico: galleria Sparvo;
  • Linea Alta Velocità/Alta Capacità Torino-Novara;
  • Autostrada Milano-Napoli-Variante di Valico: Lotti 9-10-11 galleria di Base e Lotto 12;
  • ripristino e adeguamento del traforo del Monte Bianco;
  • Autostrada Monte Bianco-Aosta.