Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Silenzio, si gira!

“Silenzio” perché la vibrofinitrice gommata Volvo P6870C ABG vista in cantiere pensavamo fosse spenta, invece stava stendendo 9 cm di binder per una larghezza di 5 m. “Si gira” perché ha un corto raggio di sterzata, quindi una grande manovrabilità

Abbiamo rivolto alcune domande al Sig. Agostino Salardi, Re­sponsabile Ufficio Gare della Calcestruzzi Corradini SpA, che prontamente ha risposto.

“Strade & Autostrade”: “Nel proseguire con la filosofia aziendale della Calcestruzzi Corradini (qualità del lavoro e in­novazione), avete acquistato una nuova vibrofinitrice gommata. Quali sono le vostre aspettative nella realizzazione di opere stradali?”.

“Agostino Salardi”: “La nostra Azienda realizza opere di pavi­mentazione stradale sia per Enti pubblici che per Ditte private, siti industriali e urbanizzazioni: pertanto, dopo tanti anni di re­cessione e il conseguente lungo periodo di crisi già trascorso, riteniamo che negli anni a venire vi sarà una ripresa, seppur modesta, nel nostro settore”.

“S&A”: “Avevate fatto preliminarmente una ricerca su quanto offre il mercato per le macchine finitrici?”.

“AS”: “La nostra ricerca è stata fatta confrontando i modelli delle principali Case Costruttrici presenti sul mercato avendo in particolare avuto la possibilità di provare direttamente le relative macchine dimostrative in alcuni cantieri”.

“S&A”: “Quali sono le principali caratteristiche della P6870C ABG che vi hanno orientato verso la scelta?”.

“AS”: “Le principali caratteristiche che abbiamo molto apprez­zato della Volvo P6870C ABG sono state la silenziosità e la maneggevolezza di manovra in spazi ristretti che ci consentono di passare da cantieri medio-grandi a medio-piccoli sempre con la medesima vibrofinitrice”.

“S&A”: “Abbiamo visto la macchina in cantiere all’opera nella stesa d’asfalto, cosa ne pensano i vostri operatori?”.

“AS”: “La scelta di acquistare la vibrofinitrice Volvo è stata condivisa con tutti i nostri operatori avendo raccolto le loro impressioni dopo aver provato le varie macchine: anche per loro la migliore era la Volvo”.

“S&A”: “In base alla sua esperienza ci può dare un giudizio sulle funzioni più impegnative che la macchina riesce a risol­vere nelle attività di pavimentazione?”.

“AS”: “Come dicevo, la nostra Società ha una Clientela sia pubblica che privata e per noi avere una macchina che permet­ta di eseguire qualsiasi cantiere con le medesime prestazioni di finitura e qualità del lavoro assicura la costanza della sod­disfazione del Cliente, con risparmi nella gestione del parco macchine”.

“S&A”: “Da quanto ha detto, la bassa rumorosità della vi­brofinitrice aiuta gli operatori, tra loro, nel dialogo: avete avuto anche richieste di limitazione dei valori di emissione di decibel da parte delle Amministrazioni territoriali vostre Committenti?”.

“AS”: “Da parte dei nostri Committenti no, però la nostra Società è sempre stata attenta nell’introdurre qualsiasi inter­vento atto a migliorare la qualità e la salubrità negli ambienti di lavoro. La notevole riduzione del rumore che abbiamo conseguito con la nuova Volvo P6870C ABG ha avvalorato quanto da noi scelto: chiunque vede e sente lavorare la macchina rimane sorpreso positivamente della sua silenziosità”.

“S&A”: “Siete soddisfatti dell’assistenza data da BM Macchi­ne, Concessionario Volvo di zona?”.

“AS”: “Abbiamo un buon rapporto con la BM Macchine, che già in passato ci aveva fornito altri prodotti: per gli interventi di manutenzione richiesti abbiamo sempre avuto risposte com­petenti in tempi rapidi”.

“S&A”: “Visitando la vostra Azienda abbiamo visto che nel parco macchine di trasporto movimento terra ci sono molti modelli Volvo: quali sono le nuove macchine che nei prossimi investimenti potrebbero essere interessanti?”.

“AS”: “La qualità dei prodotti Volvo nel movimento terra è sempre stata da noi molto apprezzata, tant’è che annoveriamo diversi dumper articolati quali due A40D, un A30D e un A30E, oltre a un “glorioso” BM861 degli anni Ottanta ancora perfet­tamente funzionante. Abbiamo inoltre una pala Volvo L220G e, come ultimo acquisto, un’altra pala Volvo L180H che andrà in sostituzione di una pala nei primi mesi del 2017”.

“S&A”: “Avete fatto una scelta anche ecologica per la silenzio­sità, e l’efficienza energetica della nuova macchina con la ridu­zione delle emissioni di CO2. Proseguirete in futuro ad acqui­sire nuovi modelli innovativi con lo stesso tipo di approccio?”.

“AS”: “Certamente, anche il nostro ultimo acquisto della pala Volvo L180H è in questa direzione e pertanto pensiamo di pro­seguire nell’ottica di ridurre i consumi e conseguentemente le emissioni di CO2”.