Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Pronti a ripartire nel segno dell’efficienza

Con lo slogan “arriva l’Euro 6. L’efficienza rimane”, MAN Truck & Bus Italia si è presentata alla 29ª edizione del SAMOTER, il Salone internazionale della macchine per movimento terra, da cantiere e per l’edilizia, e ad ASPHALTICA 2014

Il leone MAN ha un nuovo look

I nuovi veicoli MAN TGS Euro 6 si riconoscono subito grazie al frontale caratterizzato dalla modanatura cromata della calandra con il leone ancora più appariscente e dagli ampi deflettori.

Immagini

  • L’autotelaio del TGS 41.480, in versione quattro assi, specifico per impiego come ribaltabile o betoniera esposto al SAMOTER 2014
    article_4803-img_2267
    L’autotelaio del TGS 41.480, in versione quattro assi, specifico per impiego come ribaltabile o betoniera esposto al SAMOTER 2014
  • Il motore MAN D0836 eroga potenze da 250 a 340 CV
    article_4803-img_2268
    Il motore MAN D0836 eroga potenze da 250 a 340 CV
  • Il motore MAN D2676 eroga potenze da 440 a 480 CV
    article_4803-img_2269
    Il motore MAN D2676 eroga potenze da 440 a 480 CV
  • La cabina doppia disponibile per TGL e TGM offre maggior funzionalità e comfort e può ospitare fino a sette passeggeri
    article_4803-img_2270
    La cabina doppia disponibile per TGL e TGM offre maggior funzionalità e comfort e può ospitare fino a sette passeggeri
  • MAN HydroDrive® è la trazione idraulica anteriore inseribile che fornisce una maggiore aderenza in caso di necessità
    article_4803-img_2271
    MAN HydroDrive® è la trazione idraulica anteriore inseribile che fornisce una maggiore aderenza in caso di necessità
  • Il veicolo da 32 t della gamma TGS, MAN con autotelaio a quattro assi per betoniere e trazione 8x4 più leggero d’Europa
    article_4803-img_2272
    Il veicolo da 32 t della gamma TGS, MAN con autotelaio a quattro assi per betoniere e trazione 8x4 più leggero d’Europa
  • Montata su telaio MAN TGS 4X4, la betoniera ibrida della Cifa esposta nell’area esterna al padiglione 11 di SAMOTER 2014. L’innovazione della EnergyaE9 consiste nella soluzione brevettata di movimentazione del tamburo mosso da un motore ad induzione elettrica con batteria agli ioni di litio anziché dall’impianto idraulico. Le batterie possono essere ricaricate con tecnologia plug-in connettendo la macchina semplicemente alla rete elettrica
    article_4803-img_2273
    Montata su telaio MAN TGS 4X4, la betoniera ibrida della Cifa esposta nell’area esterna al padiglione 11 di SAMOTER 2014. L’innovazione della EnergyaE9 consiste nella soluzione brevettata di movimentazione del tamburo mosso da un motore ad induzione elettrica con batteria agli ioni di litio anziché dall’impianto idraulico. Le batterie possono essere ricaricate con tecnologia plug-in connettendo la macchina semplicemente alla rete elettrica
  • La plancia di comando del TGS MAN
    article_4803-img_2274
    La plancia di comando del TGS MAN
  • Il MAN TGS è equipaggiato al meglio per affrontare qualsiasi impiego nel trasporto edile
    article_4803-img_2275
    Il MAN TGS è equipaggiato al meglio per affrontare qualsiasi impiego nel trasporto edile
  • Il MAN PriTarder garantisce una frenata sicura ed efficiente
    article_4803-img_2276
    Il MAN PriTarder garantisce una frenata sicura ed efficiente
  • Il frontale del MAN TGS in versione Euro 6 caratterizzato dal nuovo design
    article_4803-img_2277
    Il frontale del MAN TGS in versione Euro 6 caratterizzato dal nuovo design

Il bordo superiore spostato verso il basso ha liberato spazio per il copri-tergicristallo che, in versione nera, dona un effetto ottico di maggiore ampiezza del parabrezza. Il nuovo design del frontale convince dal punto di vista estetico, ma è anche una delle innovazioni tecniche necessarie per rispettare i requisiti della Normativa Euro 6. Le feritoie per l’aria di raffreddamento sul frontale dei veicoli presentano infatti dimensioni maggiori per massimizzare il flusso d’aria e aumentare la potenza di raffreddamento del motore e i miglioramenti aerodinamici contribuiscono a un migliore convogliamento dell’aria di raffreddamento.

I motori Euro 6

I motori Euro 6 sono la nuova frontiera dell’efficienza operativa e ambientale.

MAN ha puntato su una collaudata tecnologia, combinando il ricircolo dei gas di scarico a regolazione elettronica (EGR) al post-trattamento dei gas di scarico con sistema di filtraggio del particolato CRT e riduzione catalitica selettiva (SCR).

Una combinazione di soluzioni conosciute e sviluppate sulle gamme precedenti quali l’iniezione Common Rail, il ricircolo dei gas di scarico, la sovralimentazione bistadio con raffreddamento dell’aria, il filtro antiparticolato e il sistema SCR.

Tecnologie che hanno dimostrato negli anni la loro efficienza sui veicoli MAN e garantito ottimi risultati: il ricircolo dei gas di scarico è stato adottato per la prima volta nel 2000, mentre la tecnologia SCR è di serie dal 2005. L’obiettivo primario è stato il mantenimento dei bassi consumi dei motori Euro 5, lasciando invariati i valori di potenza e coppia, affinché MAN continuasse ad offrire veicoli efficienti e affidabili. Infatti, i motori Euro 6 di MAN erogano la coppia massima a un regime più basso rispetto ai precedenti motori Euro 5. La gamma dei motori Euro 6 spazia da 184 kW (250 CV) a 353 kW (480 CV) per offrire la giusta potenza per qualsiasi tipo di impiego.

L’HydroDrive® per tanta trazione in più

MAN è stato il primo costruttore di autocarri al mondo a presentare un’alternativa efficiente alle classiche soluzioni di trazione integrale: MAN HydroDrive® è la trazione idraulica anteriore inseribile che fornisce una maggiore aderenza in caso di necessità, per esempio nelle salite su fondi sdrucciolevoli e su sterrato. Il sistema è costituito da motori idraulici posti nei mozzi delle ruote anteriori: la pompa idraulica flangiata sull’albero di uscita del cambio genera una coppia di 7.000 Nm per ruota e i condotti idraulici trasmettono una pressione massima di 420 bar ai motori alloggiati nei mozzi ruota.

MAN HydroDrive® può essere inserito anche durante la marcia e sotto sforzo tramite il comodo selettore, così l’autista può affrontare le salite senza dover arrestare il veicolo.

Rispetto alla trazione posteriore tradizionale MAN HydroDrive® pesa solo qualche chilo in più, mentre rispetto alla classica trazione integrale molte centinaia di chili in meno.

Il consumo di carburante e il diametro di volta non subiscono peggioramenti rispetto a un veicolo con trazione posteriore, l’altezza da terra resta invariata a garanzia di un comodo accesso, il baricentro più basso garantisce un’ottimale stabilità di marcia.

I trattori stradali 4×4 dotati di semirimorchi ribaltabili o le betoniere sono un esempio dell’impiego di MAN HydroDrive® che si distinguono anche per il ridotto peso a vuoto.

In versione ribaltabile scarrabile o multibenna il MAN TGS in combinazione con un terzo asse trainato sterzante vanta le migliori performance per maneggevolezza, peso e trazione. Dalla sua introduzione sul mercato nel 2005, sono oltre 8.000 i Clienti che hanno apprezzato i vantaggi del sistema MAN HydroDrive®.

Nell’area esterna di Asphaltica 2014 era possibile testare il veicolo MAN TGS 18.440 4×4 equipaggiato con sistema MAN HydroDrive®.

Affidabilità e bassa tara: i telai per betoniere MAN

Nel trasporto dal cementificio al cantiere, affidabilità e rapidità sono fattori chiave. Per l’allestimento di betoniere e beton pompe l’offerta MAN delle gamme TGM, TGS e TGS-WW garantisce le soluzioni di telaio più adatte.

Gli autotelai a quattro assi a trazione posteriore si sono imposti come gli chassis ideali per le betoniere. Nell’offerta MAN per il segmento 8×4 troviamo tre varianti della gamma TGS: il veicolo da 32 t, dal peso ottimizzato, offre l’aumento di carico utile più vantaggioso; quello da 35 t si distingue per la bassa tara e le maggiori possibilità di carico; infine quello da 41 t è ideale per l’impiego nella categoria “heavy duty”.

Con il veicolo da 32 t della gamma TGS, MAN mette a disposizione dei Clienti un carico utile particolarmente elevato: si tratta infatti dell’autotelaio a quattro assi per betoniere con trazione 8×4 più leggero d’Europa in grado di trasportare 8 m3 di cemento. La tara è di circa 9 t (esclusi conducente e carburante) senza compromettere sicurezza e comfort di marcia: la cabina di guida M infatti ha una dotazione ancora più ampia e ricca. Gli assi motore di tipo ipoidale sono dotati di pneumatici gemellati e cerchi di alluminio.

Nonostante tutti i modelli di questa categoria siano offerti nella versione ad altezza normale, sono idonei anche per percorrere strade sterrate: il paraurti d’acciaio e la barra paraincastro sono in grado di far fronte a qualsiasi eventuale contatto con il terreno; inoltre gli assali a riduzione epicicloidale altamente resistenti offrono un’elevata distanza dal suolo.

Frenata sicura ed efficace con PriTarder®

MAN PriTarder® è un sistema frenante primario altamente efficace e unico nel suo genere per il MAN TGS. In particolare nei veicoli dotati di trazione integrale o Hydro-Drive®, è possibile sfruttare in modo ottimale la forza frenante del MAN PriTarder® che agisce su tutte le ruote motrici, con un netto vantaggio soprattutto su fondi stradali sdrucciolevoli. Il sistema di freno continuo è integrato al circuito di raffreddamento e flangiato direttamente al motore.

MAN PriTarder® agisce sull’albero motore, la sua azione è correlata al numero di giri del motore e assicura un’elevata potenza di frenata già a basse velocità: in combinazione con il freno motore EVBec raggiunge una potenza di frenata di 600 kW.

Quando è necessario frenare a basse velocità con carichi pesanti, MAN PriTarder® esprime il suo massimo potenziale: rispetto all’intarder questo sistema senza manutenzione aumenta il carico utile di 64 kg e raddoppia la durata delle pastiglie del freno di servizio.

MAN PriTarder® è integrato nella gestione elettronica dei freni continui MAN BrakeMatic® e la sua potenza di frenata può essere comodamente impostata su sei livelli tramite il commutatore a leva sulla colonna dello sterzo.

MAN TGS 18.440 4x4HBLS con HydroDrive

Motore Euro 6, paraurti di acciaio diviso in tre parti, ma soprattutto sistema di trazione HydroDrive®: sono le novità di maggior rilievo di questo carro che offre eccellenti prestazioni nei trasferimenti su asfalto, grazie alla trazione meccanica sulle sole ruote posteriori, ma è in grado di affrontare i passaggi off-road più complessi con grande tranquillità grazie alla trasmissione idraulica inseribile sulle ruote anteriori, che lo trasforma di fatto in un veicolo a trazione integrale.

Comoda la cabina di guida M, il modello di accesso della gamma, confortevole anche grazie alle sospensioni pneumatiche dell’asse posteriore.

Condividi, , Google Plus, LinkedIn,