Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Cestello 3D e MRT: la soluzione per le manutenzioni stradali

Con il cestello portapersone a pendolo rotante 3D, progettato e prodotto direttamente da Manitou, si amplia al massimo l’operatività dei sollevatori telescopici MRT Privilege+ spesso utilizzati per particolari interventi di controllo e manutenzione sulle infrastrutture stradali

La gamma MRT+ Privilege riconosciuta come prodotto di assoluto riferimento del mercato ha da poco beneficiato di un ulteriore step evolutivo in termini di prestazioni e caratteristiche. Da sempre utilizzati nel settore delle costruzioni e delle infrastrutture, gli MRT Privilege+ trovano sempre più impiego anche nelle operazioni di manutenzione stradale grazie alla serie di cestelli portapersone che consentono interventi anche sotto le campate di ponti e viadotti e in situazioni particolarmente difficili. La nuova gamma di MRT+ Privilege si compone di tre modelli.

Il motore

Gli MRT+ hanno beneficiato del nuovo motore Stage 4 / Tier 4 Final, Mercedes con potenza di 156 CV per il modello MRT 2150+ e MRT 2540+, e con potenza di 231 cv per il modello top di gamma MRT 3255+. I valori di coppia sono stati ulteriormente incrementati ed ora, da 1.200 a 1.600 giri, gli MRT sono in grado di erogare rispettivamente 675 e 900 Nm, valori che consentono di avere di una straordinaria riserva di potenza.

La polivalenza

La versatilità e la polivalenza permettono al sollevatore MRT+ di svolgere diverse funzioni:

  • sollevatore telescopico fuoristrada che consente la movimentazione di merce pallettizzata in totale sicurezza;
  • gru per spostare carichi pesanti e voluminosi con il vantaggio del radiocomando per una precisione assoluta;
  • piattaforma porta persone, estensibile e orientabile fino a 1.000 kg di capacità.

La sostituzione rapida degli accessori beneficia del sistema di riconoscimento automatico delle attrezzature.

  • L'MRT+
    Le caratteristiche tecniche dell’MRT+
    Le caratteristiche tecniche dell’MRT+
  • Gli MRT 2150 e 2540+ Privilege Stage 4 / Tier 4 Final sono equipaggiati del nuovo motore Mercedes da 156 cv, ed è in grado di erogare la coppia massima di 675 Nm da 1.200 a 1.600 giri al minuto offrendo una rapporto velocità/potenza ottimale
    Gli MRT 2150 e 2540+ Privilege Stage 4 / Tier 4 Final sono equipaggiati del nuovo motore Mercedes da 156 cv, ed è in grado di erogare la coppia massima di 675 Nm da 1.200 a 1.600 giri al minuto offrendo una rapporto velocità/potenza ottimale
  • Le caratteristiche
    Le caratteristiche in pillole
    Le caratteristiche in pillole
  • L’Aerial Jib 2
    L’Aerial Jib 2 durante un intervento in un complesso industriale
    L’Aerial Jib 2 durante un intervento in un complesso industriale
  • Intervento sotto un viadotto:
    Un intervento sotto un viadotto: la capacità del cestello è di 200 kg/due persone
    Un intervento sotto un viadotto: la capacità del cestello è di 200 kg/due persone
  • Quando montato in positivo, il cestello a pendolo rotante 3D permette di incrementare di circa 11 m l’altezza operativa del sollevatore MRT+
    Quando montato in positivo, il cestello a pendolo rotante 3D permette di incrementare di circa 11 m l’altezza operativa del sollevatore MRT+
  • Quando montato in negativo, il cestello a pendolo rotante 3D permette un’ampia zona operativa al di sotto del piano stradale
    Quando montato in negativo, il cestello a pendolo rotante 3D permette un’ampia zona operativa al di sotto del piano stradale
  • Il cestello a pendolo rotante
    Il cestello a pendolo rotante 3D in fase di avvicinamento alla zona lavoro, intradosso del ponte
    Il cestello a pendolo rotante 3D in fase di avvicinamento alla zona lavoro, intradosso del ponte
  • L’articolazione del cestello
    L’articolazione del cestello consente all’operatore interventi in zone di difficile accesso
    L’articolazione del cestello consente all’operatore interventi in zone di difficile accesso

Un controllo ottimale

  • Due joystick in versione standard per un controllo intuitivo: montati sui braccioli permettono di pilotare comodamente il sollevatore rotativo; l’invertitore di marcia è integrato;
  • la memorizzazione delle velocità massime idrauliche: secondo l’ambiente o il lavoro da effettuare, è possibile la memorizzazione dei parametri di velocità di tutti i movimenti idraulici del braccio e della torretta;
  • unica unità radiocomando/pulsantiera: in modalità piattaforma aerea o in controllo a distanza a terra, l’operatore mantiene il controllo della macchina godendo di grande visibilità;
  • ergonomia e comfort della cabina: cabina spaziosa, nuovo cruscotto, schermo multifunzione a colori, vetri elettrici, sedile e volante regolabili;
  • freno a mano ad attivazione automatica.

Una stabilizzazione totale

  • Superficie di stabilizzazione modulabile: il concetto telescopico a forbice permette di estendere tutti o una parte degli stabilizzatori in caso di ostacoli;
  • attivazione rapida: estensione degli stabilizzatori simultanea o singola;
  • diagramma di carico adattabile: l’operatore può estendere parzialmente uno o più stabilizzatori in base all’ambiente di lavoro. Il microprocessore di bordo seleziona automaticamente l’area di lavoro più idonea;
  • dispositivo automatico di blocco d’oscillazione dell’assale posteriore.

Sicurezza assoluta

  • Autodiagnostica: in caso di anomalia, questo dispositivo blocca i movimenti della macchina e mostra sullo schermo l’elemento guasto;
  • controllore dello stato di carico (MSS): il sistema limita l’area operativa in funzione dell’accessorio e del carico, analizzando costantemente la sua posizione nello spazio;
  • zona restrittiva di lavoro: possibilità di definire la zona di lavoro in caso di ambiente di lavoro esiguo o con ostacoli per una maggiore sicurezza.

Massima affidabilità

Il livello di protezione dell’impianto elettrico degli MRT+ Privilege risponde al grado IP67 contro la penetrazione di polvere e acqua. La logica elettronica, le scatole portafusibili e relé così come i connettori circolari con innesto a baionetta, sono a tenuta stagna. Una garanzia assoluta di affidabilità in qualsiasi condizione operativa.

Un cestello a pendolo rotante 3D da 200 kg

Manitou progetta e produce direttamente una vasta gamma di attrezzature per i propri sollevatori telescopici e tra i cestelli portapersone maggiormente indicati per particolari interventi di manutenzione stradale, senza dubbio c’è il cestello a pendolo rotante 3D. Il cestello a pendolo rotante 3D amplia infatti al massimo l’operatività consentendo una versatilità di lavoro senza pari. Il braccetto è dotato di una rotazione che permette al cestello di ruotare di 340° senza dover muovere la macchina. Il cestello a pendolo rotante 3D può essere agganciato in due posizioni: in positivo e in negativo. La colonna verticale sfilabile idraulicamente consente al cestello, quando in positivo di raggiungere un’altezza operativa ulteriore, mentre in negativo permette un’operatività massima sotto il piano stradale. Il cestello ha dimensioni 0,7×1,0 m (rotazione idraulica di 340°) e una capacità di 200 kg comprese due persone (utilizzo in positivo e in negativo).