Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Nei cantieri stradali con i telescopici rotativi EVO

La gamma di nuova generazione di telescopici con torretta girevole Bobcat

I sollevatori telescopici rotativi Bobcat della gamma EVO soddisfano a pieno le esigenze dei cantieri stradali grazie alla loro duttilità. Rispetto a un telescopico fisso, la presenza di una torretta girevole garantisce un raggio di azione a 360° evitando continue manovre. Bobcat, con la sua nuova generazione di telescopici rotanti EVO Stage IIIB/Tier 4 interim, si presenta con un importante passo avanti nel settore mondiale della progettazione di telescopici. La nuova gamma EVO di telescopici rotanti Bobcat comprende quattro modelli: TR38160, TR50190, TR50210 e TR40250, con altezza di sollevamento massima, rispettivamente, di 15,7, 18,7, 20,5 e 24,1 m.

  • Il modello TR38160 EVO con stabilizzatori che possono essere attivati sia separatamente che simultaneamente per assicurare una stabilità ottimale su ogni tipo di terreno
    Il modello TR38160 EVO con stabilizzatori che possono essere attivati sia separatamente che simultaneamente per assicurare una stabilità ottimale su ogni tipo di terreno
  • I modelli TR50190, TR50210 e TR40250 sono azionati dal motore diesel Serie FPT-NEF da 4.500 cm3
    I modelli TR50190, TR50210 e TR40250 sono azionati dal motore diesel Serie FPT-NEF da 4.500 cm3
  • La macchina è dotata di un sistema semplice e intuitivo per la selezione degli utensili di lavoro, che consente all’operatore di passare facilmente da un accessorio all’altro
    La macchina è dotata di un sistema semplice e intuitivo per la selezione degli utensili di lavoro, che consente all’operatore di passare facilmente da un accessorio all’altro
  • Le caratteristiche tecniche principali del TR38160, del TR50190, del TR50210 e del TR40250
    Le caratteristiche tecniche principali del TR38160, del TR50190, del TR50210 e del TR40250
  • I nuovi telescopici EVO sono predisposti per l’utilizzo di sei diversi modelli di piattaforma portapersone
    I nuovi telescopici EVO sono predisposti per l’utilizzo di sei diversi modelli di piattaforma portapersone

I nuovi telescopici rotanti EVO sono stati progettati come macchine di facile utilizzo, che associano un azionamento più sicuro e confortevole alle tecnologie più moderne del settore e a un’ampia gamma di nuove caratteristiche, per prestazioni migliorate e una produttività più elevata. Il modello TR38160 EVO è azionato dal motore diesel Kubota V-3800 DI T a quattro cilindri da 3.800 cm3 emissionato Stage IIIB/Tier 4 interim, in grado di sviluppare una potenza di 74,5 kW (100 CV) a un regime nominale di 2.600 giri/min. Questo nuovo telescopico offre una capacità massima di sollevamento di 3,8 t e uno sbraccio orizzontale massimo di 13,4 m. I modelli TR50190, TR50210 e TR40250 sono azionati dal motore diesel Serie FPT-NEF da 4.500 cm3 emissionato Stage IIIB/ Tier 4 interim, in grado di sviluppare una potenza di 105 kW (141 CV). I modelli TR50190 e TR50210 hanno entrambi una capacità di sollevamento di 5,0 t, mentre il modello TR40250 ha una capacità di sollevamento di 4,0 t. I tre modelli hanno rispettivamente uno sbraccio orizzontale massimo di 16,4, 18,0 e 20,5 m.

La capacità di rotazione di 400° sul modello TR38160 e di 360° sui modelli TR50190, TR50210 e TR40250 consente a queste macchine di rispondere efficacemente alle esigenze di un intero cantiere da una sola posizione. Installabili in pochi minuti, i telescopici EVO di nuova generazione assicurano un’eccezionale stabilità per il sollevamento di materiali pesanti, tanto in verticale sulla sommità di un tetto, quanto in orizzontale sul bordo di un sito di scavo, con conseguente riduzione dei tempi e costi di costruzione e aumento della sicurezza e dell’efficienza in cantiere. L’allineamento automatico delle ruote, opzionale sul modello TR38160 e di serie sugli altri tre modelli, consente all’operatore di passare facilmente da una modalità di sterzata all’altra; le tre modalità di sterzata con autoallineamento garantiscono una manovrabilità eccellente, anche negli ambienti di lavoro difficili e negli spazi ristretti. Gli stabilizzatori possono essere attivati sia separatamente che simultaneamente per assicurare una stabilità ottimale della macchina in ogni tipo di terreno. Tutti i comandi per l’azionamento degli stabilizzatori e gli indicatori di posizione sono integrati nel pannello di controllo.