Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Alimentatori di cb per una stesa ottimale

La nuova generazione di Power Feeder della Vögele: MT 3000-2 Standard e MT 3000-2 Offset, l'anello di collegamento per una maggiore qualità della stesa

Ottenere pavimentazioni stradali estremamente planari e durevoli nel tempo è il risultato di fattori qualitativi chiaramente definibili. Ogni fermo della finitrice, dovuto ad esempio alla mancanza di materiale, ogni urto trasmesso da un camion durante le manovre di accostamento alla finitrice e ogni segregazione del materiale si riflettono immediatamente nella qualità della pavimentazione stradale posta in opera.

Immagini

  •  Con i modelli Power Feeder MT 3000-2 Standard e MT 3000-2 Offset, Vögele propone due alimentatori dotati delle tecnologie più avanzate che fissano nuovi parametri di riferimento
    article_7673-img_5511
     Con i modelli Power Feeder MT 3000-2 Standard e MT 3000-2 Offset, Vögele propone due alimentatori dotati delle tecnologie più avanzate che fissano nuovi parametri di riferimento
  • La Circolare sulle costruzioni stradali 
    article_7673-img_5512
    La Circolare sulle costruzioni stradali 
  • Il potente sistema convogliatore dei Power Feeder Vögele MT 3000-2 Standard ed MT 3000-2 Offset è in grado di immagazzinare fino a 40 t di conglomerato e di movimentare fino a 1200 t di conglomerato all’ora
    article_7673-img_5513
    Il potente sistema convogliatore dei Power Feeder Vögele MT 3000-2 Standard ed MT 3000-2 Offset è in grado di immagazzinare fino a 40 t di conglomerato e di movimentare fino a 1200 t di conglomerato all’ora
  • L’intervento eseguito con un Power Feeder Vögele. Con un alimentatore Vögele della nuova generazione Power Feeder la finitrice è continuamente all’opera: la curva rossa rimane a un livello costante. La velocità di avanzamento media è di 2,83 m/min e quindi di quasi il 25% maggiore rispetto a quella rilevata nell’intervento eseguito senza alimentatore 
    article_7673-img_5514
    L’intervento eseguito con un Power Feeder Vögele. Con un alimentatore Vögele della nuova generazione Power Feeder la finitrice è continuamente all’opera: la curva rossa rimane a un livello costante. La velocità di avanzamento media è di 2,83 m/min e quindi di quasi il 25% maggiore rispetto a quella rilevata nell’intervento eseguito senza alimentatore 
  • Un intervento eseguito senza alimentatore: senza alimentatore è spesso inevitabile interrompere periodicamente i lavori; le interruzioni sono riconoscibili nel grafico dai ripetuti abbassamenti improvvisi della curva rossa. La velocità di avanzamento media, indicata dalla linea blu, è di 2,28 m/min.
    article_7673-img_5515
    Un intervento eseguito senza alimentatore: senza alimentatore è spesso inevitabile interrompere periodicamente i lavori; le interruzioni sono riconoscibili nel grafico dai ripetuti abbassamenti improvvisi della curva rossa. La velocità di avanzamento media, indicata dalla linea blu, è di 2,28 m/min.
  • I sensori laser ridondanti servono a regolare la giusta distanza tra le macchine
    article_7673-img_5516
    I sensori laser ridondanti servono a regolare la giusta distanza tra le macchine
  • In caso di contatto con la protezione anticollisione si attiva l’arresto immediato della finitrice
    article_7673-img_5517
    In caso di contatto con la protezione anticollisione si attiva l’arresto immediato della finitrice
  • I Power Feeder Vögele sono in grado di convogliare facilmente sia materiali di grossa pezzatura che conglomerati bituminosi
    article_7673-img_5518
    I Power Feeder Vögele sono in grado di convogliare facilmente sia materiali di grossa pezzatura che conglomerati bituminosi
  • L’alimentazione di due finitrici stradali: il nastro convogliatore del nuovo Power Feeder Vögele MT 3000-2 Offset, brandeggiabile di 55° e manovrabile con sensibilità, è proprio tagliato su misura per gli interventi di stesa “caldo a caldo” in strisciate adiacenti eseguite con due finitrici
    article_7673-img_5519
    L’alimentazione di due finitrici stradali: il nastro convogliatore del nuovo Power Feeder Vögele MT 3000-2 Offset, brandeggiabile di 55° e manovrabile con sensibilità, è proprio tagliato su misura per gli interventi di stesa “caldo a caldo” in strisciate adiacenti eseguite con due finitrici
  •  Il riempimento delle intercapedini tra barriere spartitraffico: con la tecnologia offset è anche possibile riempire in modo rapido ed economico le intercapedini tra barriere spartitraffico
    article_7673-img_5520
     Il riempimento delle intercapedini tra barriere spartitraffico: con la tecnologia offset è anche possibile riempire in modo rapido ed economico le intercapedini tra barriere spartitraffico
  • L’alimentazione laterale: si può ricorrere all’alimentazione laterale ovunque si debba lavorare in condizioni ristrette e non sia possibile il normale approvvigionamento per mezzo di autocarri, ad esempio quando un camion non può eseguire manovre in una striscia di pavimentazione scarificata ad alta profondità
    article_7673-img_5521
    L’alimentazione laterale: si può ricorrere all’alimentazione laterale ovunque si debba lavorare in condizioni ristrette e non sia possibile il normale approvvigionamento per mezzo di autocarri, ad esempio quando un camion non può eseguire manovre in una striscia di pavimentazione scarificata ad alta profondità
  • Una classica movimentazione di grossi quantitativi di conglomerato: il Power Feeder Vögele MT 3000-2 Standard è la macchina ideale per le applicazioni che non richiedono un nastro brandeggiabile. Questo alimentatore si distingue per una grande portata e costi di trasporto particolarmente contenuti
    article_7673-img_5522
    Una classica movimentazione di grossi quantitativi di conglomerato: il Power Feeder Vögele MT 3000-2 Standard è la macchina ideale per le applicazioni che non richiedono un nastro brandeggiabile. Questo alimentatore si distingue per una grande portata e costi di trasporto particolarmente contenuti
  • L’omogeneizzazione del conglomerato grazie alla forma conica della coclea: all’esterno l’asse della coclea per via della sua forma conica è particolarmente spesso, per cui in tale zona la coclea può accogliere e convogliare solo poco materiale relativamente freddo; al contrario del corpo base conico, il diametro dell’ala elicoidale rimane costante per tutta la lunghezza della coclea, per cui lo spazio per il materiale da convogliare diventa sempre maggiore. Il risultato è che il poco materiale leggermente più freddo proveniente dall’esterno si mescola con sempre più materiale più caldo proveniente dal centro della tramoggia. La temperatura diventa nel complesso omogenea
    article_7673-img_5523
    L’omogeneizzazione del conglomerato grazie alla forma conica della coclea: all’esterno l’asse della coclea per via della sua forma conica è particolarmente spesso, per cui in tale zona la coclea può accogliere e convogliare solo poco materiale relativamente freddo; al contrario del corpo base conico, il diametro dell’ala elicoidale rimane costante per tutta la lunghezza della coclea, per cui lo spazio per il materiale da convogliare diventa sempre maggiore. Il risultato è che il poco materiale leggermente più freddo proveniente dall’esterno si mescola con sempre più materiale più caldo proveniente dal centro della tramoggia. La temperatura diventa nel complesso omogenea
  • Il risultato è un conglomerato di alta qualità grazie a un’efficace omogeneizzazione
    article_7673-img_5524
    Il risultato è un conglomerato di alta qualità grazie a un’efficace omogeneizzazione
  • Una tramoggia aggiuntiva senza angoli e spigoli
    article_7673-img_5525
    Una tramoggia aggiuntiva senza angoli e spigoli
  • La forma a conca del sistema convogliatore dei Power Feeder impedisce la segregazione meccanica
    article_7673-img_5526
    La forma a conca del sistema convogliatore dei Power Feeder impedisce la segregazione meccanica
  • Avanzati sistemi di propulsione e di convogliamento del materiale garantiscono consumi decisamente equilibrati
    article_7673-img_5527
    Avanzati sistemi di propulsione e di convogliamento del materiale garantiscono consumi decisamente equilibrati
  • I Power Feeder sono dotati di nastri convogliatori in gomma, molto resistenti all’usura
    article_7673-img_5528
    I Power Feeder sono dotati di nastri convogliatori in gomma, molto resistenti all’usura
  • Essendo cingolati, i Power Feeder richiedono un’area di volta molto piccola poiché in grado di invertire il senso di marcia praticamente sul posto
    article_7673-img_5529
    Essendo cingolati, i Power Feeder richiedono un’area di volta molto piccola poiché in grado di invertire il senso di marcia praticamente sul posto
  • Per sollevare e abbassare il nastro brandeggiabile, l’operatore tira verso di sé o allontana il joystick. Per eseguire i movimenti di brandeggio gira il joystick in senso orario o antiorario
    article_7673-img_5530
    Per sollevare e abbassare il nastro brandeggiabile, l’operatore tira verso di sé o allontana il joystick. Per eseguire i movimenti di brandeggio gira il joystick in senso orario o antiorario
  • Per sollevare e abbassare il nastro brandeggiabile, l’operatore tira verso di sé o allontana il joystick. Per eseguire i movimenti di brandeggio gira il joystick in senso orario o antiorario
    article_7673-img_5531
    Per sollevare e abbassare il nastro brandeggiabile, l’operatore tira verso di sé o allontana il joystick. Per eseguire i movimenti di brandeggio gira il joystick in senso orario o antiorario
  • Basta premere un solo pulsante per far compiere alla macchina una piroetta sul posto
    article_7673-img_5532
    Basta premere un solo pulsante per far compiere alla macchina una piroetta sul posto
  • Massima planarità: rispettata perfettamente la tempistica dei lavori lungo la A2 tra Vienna e Graz, nei pressi di Schäffern
    article_7673-img_5533
    Massima planarità: rispettata perfettamente la tempistica dei lavori lungo la A2 tra Vienna e Graz, nei pressi di Schäffern
  • Alimentazione affidabile, continua e senza contatto: il trasferimento del materiale dal camion all’alimentatore e da quest’ultimo alla finitrice ha consentito un approvvigionamento ininterrotto di conglomerato bituminoso, quindi una qualità ottimale della pavimentazione posta in opera
    article_7673-img_5534
    Alimentazione affidabile, continua e senza contatto: il trasferimento del materiale dal camion all’alimentatore e da quest’ultimo alla finitrice ha consentito un approvvigionamento ininterrotto di conglomerato bituminoso, quindi una qualità ottimale della pavimentazione posta in opera
  • I dati del cantiere per il ripristino dell’Autostrada A2 nei pressi di Schäffern, in Austria
    article_7673-img_5535
    I dati del cantiere per il ripristino dell’Autostrada A2 nei pressi di Schäffern, in Austria
  •  La planarità e la tempistica dei lavori sono totalmente sotto controllo: la squadra di stesa, che nella foto è con Harald Zippe (Direttore di cantiere, ultimo a destra in prima fila) e Ewald Schemitsch (Responsabile Vendite della Wirtgen Österreich GmbH, secondo da destra in prima fila), è rimasta pienamente soddisfatta
    article_7673-img_5536
     La planarità e la tempistica dei lavori sono totalmente sotto controllo: la squadra di stesa, che nella foto è con Harald Zippe (Direttore di cantiere, ultimo a destra in prima fila) e Ewald Schemitsch (Responsabile Vendite della Wirtgen Österreich GmbH, secondo da destra in prima fila), è rimasta pienamente soddisfatta
  • La posa di due strati di binder in conglomerato bituminoso (rispettivamente di 7 e 7,5 cm), la Super 1900-2 e il banco estensibile AB 500 TV
    article_7673-img_5537
    La posa di due strati di binder in conglomerato bituminoso (rispettivamente di 7 e 7,5 cm), la Super 1900-2 e il banco estensibile AB 500 TV

L’impiego di un alimentatore impedisce che questi inconvenienti si verifichino. Nella sua funzione di anello di collegamento tra il camion approvvigionatore e la finitrice stradale, provvede a rifornire quest’ultima di conglomerato in modo continuo, e lo fa senza contatto. Non c’è dunque da stupirsi che l’impiego di un alimentatore sia tra gli elementi sempre più spesso obbligatori previsti nelle gare di appalto.

Con gli alimentatori della nuova generazione Power Feeder, Vögele propone un pacchetto completo di macchine i cui componenti sono tra loro logicamente correlati ed efficacemente interagenti. Sono quindi perfettamente soddisfatti tutti i requisiti di qualità ed economicità.

Massima portata per una stesa ininterrotta

La finitrice si ferma, la qualità della stesa ne soffre. Uno dei fattori di qualità decisivi è pertanto un’alimentazione continua del conglomerato bituminoso. Per garantirla, ci vogliono due cose: una perfetta logistica e un sistema integrato di alimentazione e stesa che sia in grado di gestire in modo affidabile e senza problemi anche grossi quantitativi di conglomerato.

I potenti alimentatori Power Feeder Vögele MT 3000-2 Standard ed MT 3000-2 Offset sono in grado di immagazzinare nel sistema complessivo del treno di macchine, composto dall’alimentatore e dalla finitrice, fino a 40 t di conglomerato e di movimentare fino a 1.200 t di conglomerato all’ora. Grazie alla tecnologia Vögele è possibile svuotare in soli 60 secondi il cassone di un camion approvvigionatore da 25 t, il che è uno dei principali fattori per un processo di stesa ininterrotto. Di conseguenza, la finitrice dispone sempre di una quantità di conglomerato sufficiente per realizzare senza problemi anche grandi produzioni giornaliere di 4.000 t o superiori.

Proprio nei grandi progetti infrastrutturali, come quelli che prevedono la realizzazione o il ripristino di strade di grande comunicazione, dove sono richiesti la massima capacità di stesa possibile e un processo di stesa senza interruzioni, l’impiego di un alimentatore aumenta le produzioni giornaliere. Al tempo stesso, risulta velocizzata la logistica del cantiere e agli autisti rimane più tempo per le manovre, critiche per il processo. I dati di cantiere lo dimostrano: un alimentatore aumenta del 25% la produttività in cantiere. Mettendo a confronto la velocità di avanzamento di una finitrice utilizzata senza alimentatore e quella di una operante con un alimentatore, salta all’occhio l’enorme importanza di un’alimentazione ininterrotta del conglomerato bituminoso.

Nessun contatto, nessun calo della qualità

La gestione del materiale negli alimentatori Power Feeder Vögele è il fattore chiave per la stesa ininterrotta dei conglomerati bituminosi. Soltanto così si possono realizzare grandi produzioni giornaliere ottenendo al tempo stesso un’elevata. Particolare attenzione è posta al trasferimento preciso, assolutamente sicuro e senza contatto dei conglomerati bituminosi alla finitrice stradale.

Controllo della distanza mediante sensori

Un importante presupposto tecnico per un trasferimento senza contatto del conglomerato è un robusto sistema di controllo della distanza mediante sensori meccanici od ottici installati a bordo dell’alimentatore automaticamente alla distanza ottimale dalla finitrice.

Nei MT 3000-2 Offset vi provvede un sistema ridondante costituito da tre laser distinti. Dalle distanze rilevate la centralina calcola un valore medio, così la distanza rimane costante anche nel caso in cui uno o più sensori siano coperti, ad esempio da operai di passaggio.

Sicurezza garantita dalla protezione anticollisione

Il sistema viene completato da un lato da una protezione anticollisione formata da una staffa di contatto sulla tramoggia aggiuntiva della finitrice e da un sistema di disattivazione in caso d’emergenza.

Se ad esempio il treno di macchine dovesse fermarsi per qualsivoglia motivo e la finitrice si avvicinasse troppo all’alimentatore, in caso di contatto o di pressione sulla staffa il sistema anti-collisione farebbe scattare un arresto immediato eliminando automaticamente il pericolo di tamponamento. L’operatore può

quindi concentrarsi appieno sul trasferimento del materiale. Il controllo della distanza e la protezione anticollisione sono soluzioni tecniche importanti per un trasferimento impeccabile e sicuro del conglomerato.

Pertanto andrebbero sempre presi in considerazione nella scelta dell’adeguata dotazione della macchina.

Ampia finestra

Gli alimentatori Vögele sono praticamente impiegabili ovunque e senza limiti. Infatti, oltre a essere in grado di trasportare tutti i materiali caldi e freddi immaginabili, sono anche adatti ai più svariati interventi di stesa e a pressoché ogni superficie.

La costruzione di autostrade o strade di grande comunicazione è il campo d’impiego più comune degli alimentatori. Il nuovo Power Feeder Vögele MT 3000-2 Offset è proprio tagliato su misura per gli interventi di stesa “caldo a caldo” eseguiti con due finitrici. Ma con la tecnologia offset è anche possibile riempire in modo rapido ed economico le intercapedini tra barriere spartitraffico. E anche nella realizzazione di piste ciclopedonali l’alimentatore mette a frutto tutte le sue capacità: grazie al suo nastro convogliatore brandeggiabile può procedere comodamente sulla carreggiata principale e trasferire il conglomerato a una finitrice piccola o compatta che avanza sulla pista ciclabile.

Gli alimentatori della nuova generazione Power Feeder Vögele si servono di coclee di forma conica per omogeneizzare il conglomerato.

L’unico alimentatore dotato di riscaldatore

Per una gestione il più possibile perfetta del materiale, un nuovo riscaldatore a gasolio con pannelli radianti a infrarossi mantiene alla giusta temperatura il nastro convogliatore. Già prima dello scarico del primo camion approvvigionatore il nastro viene preriscaldato per impedire che il conglomerato vi rimanga incollato.

Il riscaldatore a gasolio offre alcuni vantaggi decisivi: d’ora in poi in cantiere è necessario soltanto un unico combustibile. E la sostituzione delle bombole del gas appartiene al passato. Altri modelli di alimentatori non sono dotati di riscaldatore. Ciò significa che bisogna riscaldare il nastro convogliatore con graniglia calda o con conglomerato caldo, materiali che devono essere appositamente forniti in cantiere.

I costi di carburante sono ridotti del 50%

Considerata la costante crescita dei prezzi del gasolio, il consumo di carburante di un alimentatore è ormai da tempo tra i più importanti criteri per la sua economia d’esercizio.

I Power Feeder Vögele vantano avanzati sistemi di propulsione e di convogliamento del materiale, che consentono un funzionamento particolarmente economico e rispettoso dell’ambiente. I rilievi sul campo dimostrano che, a seconda delle condizioni di cantiere, è possibile un consumo molto contenuto di circa 17 l di gasolio.

Usure limitate per limitati costi di esercizio

Più parti soggette a usura una macchina ha e quanto più frequentemente bisogna sostituirle, maggiori sono di norma anche i costi. Grazie ai loro nastri convogliatori in gomma poco spggetti a usura, gli alimentatori Vögele vantano un chiaro vantaggio in termini di costi.

Anche i costi di trasporto sono ridotti del 58%

Anche il trasporto di un alimentatore è un fattore di costo da non sottovalutare.

In un alimentatore Vögele si può immediatamente notare che la macchina è progettata sin dall’inizio per ottimizzare il trasporto.