Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Bande sonore: una nuova soluzione a triplo uso

Simex presenta la fresa RS 16, una nuova ed efficace soluzione per la realizzazione di bande sonore e ottima alternativa rispetto alle costose macchine specifiche o alle piccole attrezzature manuali che penalizzano la produzione

La necessità di inserire le bande sonore in posizioni particolari del tappeto di usura delle pavimentazioni stradali (quasi sempre longitudinalmente ai lati delle corsie di marcia lenta) deriva dalla necessità di migliorare la sicurezza, riducendo il rischio di uscita di strada del veicolo (svio del veicolo dalla piattaforma stradale) per effetto di colpi di sonno o distrazione del conducente. Le bande sonore conferiscono inoltre una maggiore visibilità alla segnaletica orizzontale posta al bordo della corsia anche in caso di nebbia, utilizzando l’effetto combinato di moderata vibrazione del veicolo e del marcato rumore.

Queste “marcature” vengono utilizzate principalmente ai bordi delle corsie di marcia lenta di strade con alta velocità di progetto, ma sono anche realizzate orizzontalmente rispetto al senso di marcia per segnalare al conducente di ridurre la velocità sui tratti antistanti i caselli autostradali o su quelli contigui ad intersezioni e rotatorie in strade extraurbane non appartenenti alla rete autostradale. Le bande sonore realizzate mediante la scarifica intermittente del tappeto di usura offrono il beneficio di costi di realizzazione più contenuti e di una migliore durabilità nel tempo rispetto a quelle adesive realizzate con materiali elastoplastici (laminati). Se paragonate a quest’ultima soluzione, le bande sonore realizzate mediante scarifica della superficie presentano infatti il vantaggio significativo di essere incavate e non in rilievo; una caratteristica che evita la loro rimozione o danneggiamento ogni qualvolta si renda necessario l’utilizzo dei mezzi spazzaneve.

  • La fresa RS 16 per le bande sonore ha dimensioni compatte nonostante l’alta produttività
    La fresa RS 16 per le bande sonore ha dimensioni compatte nonostante l’alta produttività
    La fresa RS 16 per le bande sonore ha dimensioni compatte nonostante l’alta produttività
  • In poco tempo, l’attrezzatura può essere trasformata in una normale fresa
    In poco tempo, l’attrezzatura può essere trasformata in una normale fresa
    In poco tempo, l’attrezzatura può essere trasformata in una normale fresa
  • Grazie all’intercambiabilità di alcuni componenti, la RS 16 può essere adattata alle Normative vigenti dei vari Paesi: nella foto, le bande sonore richieste dal mercato nordamericano
    Grazie all’intercambiabilità di alcuni componenti, la RS 16 può essere adattata alle Normative vigenti dei vari Paesi: nella foto, le bande sonore richieste dal mercato nordamericano
    Grazie all’intercambiabilità di alcuni componenti, la RS 16 può essere adattata alle Normative vigenti dei vari Paesi: nella foto, le bande sonore richieste dal mercato nordamericano
  • Grazie all’intercambiabilità di alcuni componenti, la RS 16 può essere adattata alle Normative vigenti dei vari Paesi: nella foto, le bande sonore richieste dal mercato nordamericano
    Grazie all’intercambiabilità di alcuni componenti, la RS 16 può essere adattata alle Normative vigenti dei vari Paesi: nella foto, le bande sonore richieste dal mercato nordamericano
    Grazie all’intercambiabilità di alcuni componenti, la RS 16 può essere adattata alle Normative vigenti dei vari Paesi: nella foto, le bande sonore richieste dal mercato nordamericano
  • La RS 16 può essere montata sia su pale compatte sia su pale caricatrici, articolate e non, di piccole dimensioni
    La RS 16 può essere montata sia su pale compatte sia su pale caricatrici, articolate e non, di piccole dimensioni
    La RS 16 può essere montata sia su pale compatte sia su pale caricatrici, articolate e non, di piccole dimensioni
  • La nuova fresa Simex a triplo uso può realizzare le bande sonore ed essere impiegata sia per la normale scarifica che per la rimozione della segnaletica orizzontale (sostituendo il tamburo)
    La nuova fresa Simex a triplo uso può realizzare le bande sonore ed essere impiegata sia per la normale scarifica che per la rimozione della segnaletica orizzontale (sostituendo il tamburo)
    La nuova fresa Simex a triplo uso può realizzare le bande sonore ed essere impiegata sia per la normale scarifica che per la rimozione della segnaletica orizzontale (sostituendo il tamburo)
  • L’attrezzatura completa è composta da una fresa che, nella parte anteriore, monta uno speciale supporto
    L’attrezzatura completa è composta da una fresa che, nella parte anteriore, monta uno speciale supporto
    L’attrezzatura completa è composta da una fresa che, nella parte anteriore, monta uno speciale supporto

Simex RS 16: tre funzioni in una attrezzatura

La nuova fresa Simex RS 16 a triplo uso per la realizzazione di bande sonore (triple use rumble strip) nasce dallo studio del mercato nordamericano, dove l’impiego delle bande sonore è più frequente, ma si presta ad essere proposta anche in altri mercati, compresa l’Italia, che vede una consistente diffusione delle bande sonore nella rete autostradale. Negli Stati Uniti e in Canada, per effettuare queste scarifiche equidistanti normalmente vengono utilizzate macchine semoventi o attrezzature dedicate, ma per l’Impresa appaltatrice ciò rappresenta un immobilizzo di risorse notevoli rispetto al loro reale sfruttamento. Solitamente queste macchine, oltre ad avere costi rilevanti, presentano in alcuni casi anche ingombri notevoli e, se compatte, possono essere impiegate solo per creare bande sonore, ma non per provvedere alla normale scarifica o alla eliminazione della segnaletica orizzontale, costringendo così l’Impresa ad acquistare tre diverse attrezzature.

Simex ha voluto dunque dare una risposta a questo problema, unendo tre applicazioni in un’unica attrezzatura (triple use) che può essere montata sia su pale compatte sia su pale caricatrici, articolate e non, di piccole dimensioni. L’attrezzatura completa è composta da una fresa che, nella parte anteriore, monta uno speciale supporto. Il sistema fa sì che, grazie al continuo contatto con il terreno, il passo delle fresate ottenute risulti costante ed indipendente dalla velocità di avanzamento della macchina operatrice. Nel caso in cui questa intermittenza non si renda più necessaria e la fresa debba lavorare in continuo, è sufficiente rimuovere la parte frontale. La possibilità di variare la larghezza del tamburo e di modificare il cinematismo che determina il passo delle fresate consente di creare bande sonore con profondità e frequenze variabili in funzione delle Normative vigenti dei vari Paesi dove l’attrezzatura deve essere impiegata. Quando utilizzata come fresa, la RS 16 ha le stesse caratteristiche di una PL 40.15 e permette quindi di fresare con larghezze fino a 400 mm e profondità da 0 a 150 mm. Come tutte le frese Simex della gamma PL anche la RS 16, con i denti adeguati, può essere impiegata tanto per la scarifica del conglomerato bituminoso, quanto per quella delle pavimentazioni in calcestruzzo.

La RS 16 può essere rapidamente adattata anche alla fresatura speciale della pavimentazione, volta all’eliminazione della segnaletica orizzontale preesistente o agli irruvidimenti superficiali della pavimentazione. Con semplici operazioni potrà infatti essere sostituito il tamburo (lo stesso utilizzabile nelle precedenti due funzioni) con uno denominato “multidenti”, rendendo così la fresa idonea alla sua terza tipologia applicativa.

Condividi, , Google Plus, LinkedIn,