Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Conglomerati a freddo e mastici per asfalto e cls

La M.A.GE. Modern Aspahlt Generation Srl propone il Roadfix ed una vasta gamma di mastici bituminosi con l'obiettivo di sviluppare in Italia consolidate tecnologie e materiali per la manutenzione stradale specialmente rivolta alle pavimentazioni in asfalto per ambiti stradali e in calcestruzzo per ambiti aeroportualiSi rimanda al linkwww.mageitalia.it

L’esperienza estera accumulata nell’ultimo trentennio dal Management della Società M.A.GE. Modernaspahlt Generation Srl consente di poter offrire agli interlocutori le più innovative e aggiornate tecniche manutentive del panorama europeo; di maggiore rilevanza fra tutti sono i rapporti con Aziende inglesi, austriache e tedesche specializzate nella produzione di additivi per la creazione di conglomerati a freddo, riciclaggio di fresati e mastici bituminosi ad elevatissima affidabilità e di trattamenti protettivi di vario genere.

Immagini

  • La stesa di Ultraseal per la sigillatura delle lesioni
    article_5078-img_2595
    La stesa di Ultraseal per la sigillatura delle lesioni
  • Il Comune di Montevarchi utilizza il Roadfix per la manutenzione della rete stradale che, applicabile in presenza di pioggia o di acqua stagnante, garantisce interventi definitivi
    article_5078-img_2596
    Il Comune di Montevarchi utilizza il Roadfix per la manutenzione della rete stradale che, applicabile in presenza di pioggia o di acqua stagnante, garantisce interventi definitivi
  • Il Comune di Montevarchi utilizza il Roadfix per la manutenzione della rete stradale che, applicabile in presenza di pioggia o di acqua stagnante, garantisce interventi definitivi
    article_5078-img_2597
    Il Comune di Montevarchi utilizza il Roadfix per la manutenzione della rete stradale che, applicabile in presenza di pioggia o di acqua stagnante, garantisce interventi definitivi
  • Il Comune di Montevarchi utilizza il Roadfix per la manutenzione della rete stradale che, applicabile in presenza di pioggia o di acqua stagnante, garantisce interventi definitivi
    article_5078-img_2598
    Il Comune di Montevarchi utilizza il Roadfix per la manutenzione della rete stradale che, applicabile in presenza di pioggia o di acqua stagnante, garantisce interventi definitivi
  • Il Roadfix, disponibile anche in comodi secchielli da 25 kg, può essere applicato su qualsiasi tipo di superficie anche se bagnata e non richiede alcun primer; l’elasticità del prodotto finito ne garantisce una presa straordinariamente uniforme alle pareti delle zone trattate ed è ideale anche per risanare le zone intono ai tombini
    article_5078-img_2599
    Il Roadfix, disponibile anche in comodi secchielli da 25 kg, può essere applicato su qualsiasi tipo di superficie anche se bagnata e non richiede alcun primer; l’elasticità del prodotto finito ne garantisce una presa straordinariamente uniforme alle pareti delle zone trattate ed è ideale anche per risanare le zone intono ai tombini
  • Il Roadfix, disponibile anche in comodi secchielli da 25 kg, può essere applicato su qualsiasi tipo di superficie anche se bagnata e non richiede alcun primer; l’elasticità del prodotto finito ne garantisce una presa straordinariamente uniforme alle pareti delle zone trattate ed è ideale anche per risanare le zone intono ai tombini
    article_5078-img_2600
    Il Roadfix, disponibile anche in comodi secchielli da 25 kg, può essere applicato su qualsiasi tipo di superficie anche se bagnata e non richiede alcun primer; l’elasticità del prodotto finito ne garantisce una presa straordinariamente uniforme alle pareti delle zone trattate ed è ideale anche per risanare le zone intono ai tombini
  • Il Roadfix può essere conservato sfuso all’aperto mantenendo comunque per più di 20 mesi un’eccezionale lavorabilità: zero viaggi ad impianti lontani e zero sprechi
    article_5078-img_2601
    Il Roadfix può essere conservato sfuso all’aperto mantenendo comunque per più di 20 mesi un’eccezionale lavorabilità: zero viaggi ad impianti lontani e zero sprechi
  • Il risanamento delle ormaie sul GRA di Roma
    article_5078-img_2602
    Il risanamento delle ormaie sul GRA di Roma
  • Per simulare condizioni di bagnato, durante le quali si creano le buche più pericolose, è stata versata dell’acqua
    article_5078-img_2603
    Per simulare condizioni di bagnato, durante le quali si creano le buche più pericolose, è stata versata dell’acqua
  • Senza l’utilizzo di primer, il Roafix è stato sparso a copertura della lunga zona ammalorata
    article_5078-img_2604
    Senza l’utilizzo di primer, il Roafix è stato sparso a copertura della lunga zona ammalorata
  • Senza l’utilizzo di primer, il Roafix è stato sparso a copertura della lunga zona ammalorata
    article_5078-img_2605
    Senza l’utilizzo di primer, il Roafix è stato sparso a copertura della lunga zona ammalorata
  • Per simulare condizioni di pioggia battente è stata versata altra acqua in abbondanza
    article_5078-img_2606
    Per simulare condizioni di pioggia battente è stata versata altra acqua in abbondanza
  • Terminata la stesa, il tratto è stato riaperto al traffico che, da solo, ha provveduto a compattarlo in maniera uniforme
    article_5078-img_2607
    Terminata la stesa, il tratto è stato riaperto al traffico che, da solo, ha provveduto a compattarlo in maniera uniforme
  • Terminata la stesa, il tratto è stato riaperto al traffico che, da solo, ha provveduto a compattarlo in maniera uniforme
    article_5078-img_2608
    Terminata la stesa, il tratto è stato riaperto al traffico che, da solo, ha provveduto a compattarlo in maniera uniforme
  • Dopo mesi, la zona trattata non presenta cedimenti e risulta essere una soluzione definitiva con un rapporto costi benefici straordinario
    article_5078-img_2609
    Dopo mesi, la zona trattata non presenta cedimenti e risulta essere una soluzione definitiva con un rapporto costi benefici straordinario
  • Il Maxiflex in aeroporto per il risanamento e la risagomatura dei lastroni in calcestruzzo
    article_5078-img_2610
    Il Maxiflex in aeroporto per il risanamento e la risagomatura dei lastroni in calcestruzzo

L’ottenimento della licenza dell’uso in esclusiva della tecnologia Macfix creata dalla Società Macismo International ltd prima per l’Italia nel Maggio 2013 e poi per il Brasile nel Novembre dello stesso anno ne è la riprova più recente ed evidente.

MacfixColdAspahltTecnology è sinonimo di una collaudatissima tecnologia per la produzione di un rivoluzionario conglomerato a freddo – in Italia denominato Roadfix – per il ripristino di pavimentazioni in asfalto e calcestruzzo.

Affermatosi da tanti anni in gran parte del Centro Europa, America, Australia e Sud Africa, lo speciale additivo Macfix della Macismo International ltd permette la produzione di un conglomerato permanente, applicabile in presenza di pioggia battente o di acqua stagnante, immediatamente transitabile dal traffico che non necessità di primer prima della stesa e stoccabile per oltre 20 mesi sia esso confezionato in sacchi, secchi o sfuso.

La plasticità conferita al prodotto dal Macfix garantisce una perfetta adesione ai margini delle zone trattate evitando di dover ritornare nelle zone oggetto degli interventi. In Italia, il Roadfix viene prodotto a Ferrara dalla Sublicenziataria Sintexcal, Azienda leader nella produzione di conglomerati sul nostro territorio.

Alcune case studies

Al fine di eliminare pericolose ormaie che il traffico pesante genera sulla corsia di marcia lenta, per conto di ANAS sull’Autostrada A90 Grande Raccordo Anulare è stato steso il Roadfix; per simulare condizioni di pioggia durante le quali il conglomerato più facilmente si disgrega, è stata versata dell’acqua.

Successivamente, con l’aiuto di Personale ANAS il Roadfix è stato steso lungo tutta la zona ammalorata per poi aggiungere nuovamente in abbondanza dell’acqua. Completata la stesa, il tratto è stato riaperto il traffico, senza quindi compattare in alcun modo il materiale, in modo che ancora una volta fossero simulate condizioni di emergenza e bagnato in cui il Personale spesso si trova ad operare.

Al passaggio dell’intenso traffico pesante il Roadfix è rimasto compatto e subito transitabile restituendo all’utenza una pavimentazione priva di sconnessioni e pericoli. Dopo diversi mesi non risultano segni di cedimenti e il Roadfix ha risolto in maniera definitiva il problema localizzato.

I mastici bituminosi

Considerando la crescente domanda del mercato italiano nel settore dei sigillanti per lesioni delle pavimentazioni, la novità sta nel fatto di poter proporre bitumi a caldo applicabili per lesioni che vanno da pochi millimetri fino a materiali capaci di riparazioni senza limiti di misure. Aziende del Regno Unito, notoriamente leader del mercato europeo, anche in questo caso sono i principali interlocutori.

I mastici sono progettati e formulati per diversi campi applicativi e consentono, in particolare, il trattamento di lesioni più o meno profonde di pavimentazioni in asfalto e/o calcestruzzo. Per la maggior parte di natura bituminosa, sono da applicare a caldo e, in base ai diversi utilizzi e scopo sono o meno premiscelati con fibre speciali ed aggregati fini accuratamente selezionati. Ultraseal è il prodotto base utilizzato per le classiche lesioni della pavimentazione; di facile applicazione, ha un’ottima adesione al supporto sul quale viene colato.

JointSealN1 è un gradino superiore perché ha delle straordinarie capacità elastiche e nel caso di giunti strutturali, come per esempio in campo aeroportuale, non teme rivali.

Con Maxiflex entriamo nel campo dei sigillanti strutturanti, che per pavimentazioni in asfalto e calcestruzzo costituiscono riparazioni portanti e allo stesso elastiche e impermeabili.

Questo sigillante incorpora inerti fini e fibre in ferro tali da garantirne consistenza anche ad alte temperature ambientali. Risolve qualsiasi problema in caso di fessurazioni di solette di ponti e viadotti offrendo l’indiscutibile vantaggio di essere elastico e rispondere quindi alle sollecitazioni termiche. MaxiCrete è una resina termoplastica di colore grigio anch’essa premiscelata con inerti utilizzata in gran parte degli aeroporti del Regno Unito per riparazioni anche di grandi dimensioni di lastroni. Già provata e testata all’aeroporto Leonardo Da Vinci di Roma ha dato ottimi risultati.