Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Al via i lavori di costruzione della variante di Grottaminarda

I lavori per il completamento della Grottaminarda-Lioni e quelli per la costruzione della "variante di Grottaminarda", si inseriscono in un quadro di opere pubbliche tese al miglioramento della viabilità nel Centro-Sud del Paese

article_7803-img_5935

Queste opere prevedono il collegamento tra “ i due mari” ossia tra il Molise e la Campania intersecando anche la Puglia. Si tratta di un passante che toccherà le province di Avellino e Salerno, atto a snellire il traffico sulla A16 Napoli- Bari, un’arteria vetusta e per la quale sono previsti progetti di ammodernamento. Parte di questi lavori riguarda il tratto compreso tra i comuni di Grottaminarda e Sant’Angelo dei Lombardi e la variante di Grottaminarda.

Immagini

  • Le betoniere della Cavir durante il getto della platea
    article_7803-img_5936
    Le betoniere della Cavir durante il getto della platea
  • Il getto continuativo lato Ovest della variante
    article_7803-img_5937
    Il getto continuativo lato Ovest della variante
  • I lavori di costruzione della variante interessano una superficie complessiva di circa 210.000 m2
    article_7803-img_5938
    I lavori di costruzione della variante interessano una superficie complessiva di circa 210.000 m2
  • Il tratto iniziale della galleria artificiale della variante di Grottaminarda
    article_7803-img_5939
    Il tratto iniziale della galleria artificiale della variante di Grottaminarda
  • Le forniture Buzzi Unicem hanno raggiunto l’apice nella parte centrale del 2014 e sono riprese a regime nel secondo trimestre del 2015 per concludersi nell’autunno dello stesso anno
    article_7803-img_5940
    Le forniture Buzzi Unicem hanno raggiunto l’apice nella parte centrale del 2014 e sono riprese a regime nel secondo trimestre del 2015 per concludersi nell’autunno dello stesso anno

Un elemento da evidenziare nella realizzazione di queste opere è la differenza delle reti viarie tra le aree interne e le aree costiere della regione Campania e la diversa urbanizzazione del territorio lungo la direttrice Caserta-Napoli-Salerno.

La variante di Grottaminarda

I lavori sono iniziati a Dicembre 2013 e si stima che verranno completati per Settembre 2015. La nuova strada costituirà un collegamento tra Adriatico e Tirreno e aiuterà a decongestionare il traffico lungo la costiera salernitana, particolarmente critico nel periodo estivo.

Il completamento dell’opera nei due tratti riguarda principalmente la provincia di Avellino, che rappresenta il 20,6% dell’intero territorio regionale. La cittadina di Grottaminarda, però, rappresenta un importante crocevia per il trasporto sia delle merci del settore agricolo, che vengono trasferite dalla produzione in Puglia alla lavorazione in Campania e nel Lazio, che delle merci che arrivano dai porti pugliesi. Pertanto, la realizzazione del primo anello mancante per il completamento dell’arteria, faciliterà lo smaltimento del traffico nel centro urbano di Grottaminarda e agevolerà il collegamento diretto tra l’Autostrada A16 e i comuni di Ariano Irpino, Flumeri e dell’intera area industriale della Valle Ufita. Il tracciato parte dalla p.k. 8+600 della S.S. 90 e termina sulla S.S. 91 alla p.k. 2+500 con uno sviluppo di 5.735 m. Il costo complessivo dell’opera ammonta a 55 milioni di Euro.

L’esecuzione dell’opera

L’Impresa esecutrice dell’opera, Internazionale SpA di Altamura (BA), ha affidato le forniture in calcestruzzo preconfezionato alla Società Cavir Srl, Cliente di Buzzi Unicem e operativa con il proprio impianto del Comune di Grottaminarda. Cavir Srl dispone di un impianto di betonaggio in grado di produrre calcestruzzo premescolato grazie a un mescolatore planetario che ha una capacità produttiva pari a 100 m3/ora.

Le Norme europee (ISO 18650) e le nuove Norme tecniche per le costruzioni, prediligono l’uso di premescolatori negli impianti di betonaggio dotati di un processo di produzione automatizzato. La supervisione tecnica del progetto è affidata al Geom. Raffaello De Luca Co-Titolare di Cavir Srl che si occuperà della fornitura per la variante di Grottaminarda. I lavori di costruzione della variante interessano una superficie complessiva di circa 210.000 m2.

Le forniture in cemento del tipo II/A-LL 42,5 R alla Cavir vengono effettuate dallo stabilimento Buzzi Unicem di Barletta e dal collegato centro di distribuzione di Rionero in Vulture, entrambi ben posizionati logisticamente rispetto al cantiere. Il calcestruzzo prodotto nell’impianto di betonaggio viene certificato come Rck 30, Rck 35 e Rck 40 e si stima una produzione di 45.000 m3.

Lo sviluppo del tracciato

Lungo i suoi 5,735 km, il tracciato presenta tre viadotti per una lunghezza totale di 450 m, una galleria artificiale di 90 m in corrispondenza della strada comunale di Maccarone, cinque cavalcavia e due sovrappassi.

Il tracciato prevede anche tre rotatorie: una sulla S.S. 90 delle Puglie, una sulla S.P. Carpignano e l’ultima sulla Sturno-Frigento, tutte circolari a quattro bracci, che costituiscono una valida alternativa all’attuale configurazione di innesto a raso. Lo sviluppo dei rettifili all’interno del tracciato è stato progettato in modo da ridurre anche l’effetto abbagliamento oltre al contenimento del traffico, tenendo conto della percentuale di transito rispetto all’intero tracciato dove è consentito il sorpasso.

L’arteria con un’unica carreggiata è composta da due corsie di 3,75 m per senso di marcia con banchine laterali di 1,50 m, su una pavimentazione prevista con uno spessore complessivo di 60 cm di cui 3 cm in conglomerato bituminoso del tipo antiskid.

Le opere minori prevedono arginelli erbosi larghi 1,50 m, cunette in calcestruzzo larghe 1,30 m, fossi di guardia rivestiti in calcestruzzo con una profondità variabile da 50 a 80 cm, tombini scatolari e tubolari per consentire alle acque di superficie l’attraversamento del corpo stradale principale. Le forniture Buzzi Unicem hanno raggiunto l’apice nella parte centrale del 2014 e sono riprese a regime nel secondo trimestre del 2015 per concludersi nell’autunno dello stesso anno.

Dati tecnici
Stazione Appaltante
ANAS SpA, Compartimento della Campania
Progetto preliminare
Ing. Riccardo Capocchi
Progetto definitivo
Ingg. Luigi Mupo e Marco Murolo
Progetto esecutivo
Ing. Riccardo Capocchi
Direzione dei Lavori
Ing. Gennaro Coppola
Responsabile Sicurezza
Ing. Riccardo Capocchi e Ing. Gennaro Coppola
Direzione Cantiere
Ingg. Michele Giammarino e Michele Marmora
Esecutori dei Lavori
ATI Conscoop Costruzioni Lo Russo srl e Internazionale Soc. Coop. Altamura (BA)
Costo
23.111.456,16 Euro
Date
Inizio lavori: 8 Agosto 2013; consegna lavori: Settembre 2015/Gennaio 2016