Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Decreto del Fare: 400 milioni per metrò e opere stradali

Il Decreto del Fare, convertito nella Legge n° 98/2013, ha assegnato un pacchetto di finanziamenti per le infrastrutture già deliberati dal Comitato Interministeriale

article_447-img_391

Dopo le due Delibere del 19 Luglio e del 2 Agosto, il CIPE si è attivato rapidamente per erogare le risorse approvate dal Decreto Legge approvato dal Governo Letta ed entrato in vigore, dopo la conversione, lo scorso 21 Agosto.

Immagini

  • Il Presidente del Governo Enrico Letta
    article_447-img_392
    Il Presidente del Governo Enrico Letta
  • article_447-img_393
    article_447-img_393
  • article_447-img_394
    article_447-img_394
  • article_447-img_395
    article_447-img_395

Nella seduta dello scorso 8 Agosto, il CIPE ha assegnato le risorse in attuazione del Decreto del Fare (il D.L. n° 69/2013, convertito nella Legge n° 98/2013) e di interventi realizzati nell’ambito del Programma per le infrastrutture strategiche (Legge n° 443/2001) e del Fondo per lo sviluppo e la coesione (Fsc).

In particolare è stata approvata l’assegnazione, con prescrizioni, di:

  • 55 milioni per la S.P. 46 Rho-Monza (Lotto 2, variante di attraversamento in sotterranea della linea ferroviaria Milano-Saronno);
  • 60 milioni per le infrastrutture stradali del Quadrilatero Marche-Umbria (S.S. 77 Maxilotto 1 Foligno-Pontelatrave);
  • 172,2 milioni per la linea metropolitana M4 di Milano;
  • 113,1 milioni per il completamento del primo stralcio funzionale della tratta Centro direzionale-Capodichino della Linea 1 della metropolitana di Napoli.

Nell’ambito del Programma delle infrastrutture strategiche, poi, il Comitato ha dato approvazione:

  • al progetto definitivo del potenziamento della S.P. 103 Antica di Cassano primo lotto, secondo stralcio (“Viabilità di accesso al centro intermodale di Segrate”);
  • all’utilizzo di 5 milioni per l’accordo di programma quadro relativo ad interventi infrastrutturali a Piombino che serviranno alla realizzazione della bretella di collegamento con il porto;
  • alla riprogrammazione di risorse, pari a 77 milioni di Euro, assegnate alla Regione Calabria nell’ambito del Fondo per lo sviluppo e la coesione con la Delibera CIPE n° 62/2011, per assicurare copertura finanziaria alle esigenze finanziarie della Società Ferrovie della Calabria Srl (65 milioni) e per il completamento della diga del Menta (12 milioni di Euro).
Forte il sostegno al settore delle costruzioni

Molte le novità; riportiamo qui di seguito alcune delle Normative più significative e che coinvolgono le Infrastrutture, il Project Financing e le terre da scavo.

Abolizione del Durt

L’ipotesi di introdurre il Documento unico di regolarità tributaria è stata abbandonata. Tale documento avrebbe dovuto essere presentato dall’Impresa subappaltatrice su richiesta dell’appaltatore per verificare la corretta esecuzione degli adempimenti fiscali ed escludere in questo modo la sua responsabilità solidale. Nata per semplificare, la Norma sarebbe diventata un’ulteriore complicazione burocratica.

10% in anticipo per i LL.PP.

Confermata l’anticipazione obbligatoria del 10% dell’importo contrattuale per i contratti d’appalto relativi a lavori, disciplinati dal Codice dei Contratti (D.Lgs. n° 163/2006) e affidati fino al 31 Dicembre 2014.

Con la deroga al divieto di anticipazione del prezzo, previsto dal Codice dei contratti, dopo la decisione della Camera di prevedere la possibilità della corresponsione in favore dell’appaltatore di una anticipazione pari al 10% dell’importo contrattuale; l’anticipazione non è più facoltativa ma obbligatoria.

Infrastrutture

Inserito un fondo di due miliardi di Euro, cosiddetto “sblocca-cantieri”, per finanziare assi autostradali, ferrovie e metropolitane, oltre a un programma da 100 milioni (Piano dei 6.000 campanili) per mini-opere (500.000-1 milione di Euro) in comuni sotto i 5.000 abitanti.

Risorse che arriveranno dalle revoche delle opere in ritardo: il contratto del Ponte sullo Stretto (235 milioni su un totale di 250), 524 milioni dalle somme stanziate per la Torino-Lione, 773 milioni dai finanziamenti assegnati al Terzo Valico e per la parte rimanente dai fondi destinati all’attuazione del Trattato con la Libia del 2009.

Authority per i trasporti

Confermata l’assegnazione a Torino della sede dell’Authority per i Trasporti. Ricordiamo che su proposta del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio Lupi, e a seguito del parere favorevole espresso dalle Commissioni parlamentari di merito, il Consiglio dei Ministri ha nominato Andrea Camanzi in qualità di Presidente; Barbara Marinali e Mario Valducci faranno parte dell’Autorità in qualità di componenti.

Project Financing

È passato da 500 a 200 milioni il valore delle opere in project financing, prive di contributo pubblico, che potranno beneficiare del credito di imposta a valere su IRAP e IRES per ritrovare l’equilibrio finanziario. Introdotto lo sbarramento per le opere già avviate, spostando avanti di un anno il termine ultimo per l’approvazione del progetto definitivo dell’intervento che passa dal 31 Dicembre 2015 alla stessa data del 2016. Il CIPE dovrà definire un elenco di opere beneficiarie.

Terre da scavo

La gestione delle terre e rocce da scavo come sottoprodotto anziché come rifiuto sarà vincolata alle indicazioni del D.M. n° 161/2012 solo per le attività e le opere soggette a Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) o a Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA). È stata inserita un’ulteriore disposizione che chiarisce la definizione di “materiali da scavo”.