Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Lombardia: patto da 11 miliardi per investimenti

Il premier Matteo Renzi ha firmato il Patto per la Lombardia con il presidente della Regione, Roberto Maroni. Si tratta di un impegno per 10 miliardi e 745 milioni di euro (stanziamenti governativi ma anche fondi dell’Unione Europea), per finanziare una serie di provvedimenti di sviluppo in vari settori, richiesto dallo stesso Maroni dopo la firma di un patto analogo per la città di Milano. La firma è avvenuta a Palazzo Lombardia.

«L’Italia è un paese che ha straordinarie potenzialità, ma una profonda divisione al proprio interno. Se la Lombardia e Milano in primis prendono per mano il Paese e lo portano nel futuro, questo è fondamentale per dare speranza ai nostri figli. Per tutti questi motivi appongo volentieri la mia firma a questo patto, invitandovi a essere il più solleciti possibile nell’implementazione: vedendo quanti soldi vi siete portati a casa non ho dubbi che lo farete». Così Renzi ha annunciato la firma del Patto per la Lombardia.

«Abbiamo ottenuto quello che volevamo». Così il presidente della Regione, Roberto Maroni, ha commentato il Patto per la Lombardia che sta per firmare con il premier Matteo Renzi. Nel suo intervento a Palazzo Lombardia, Maroni ha aggiunto di aver voluto «portare a casa» il risultato prima del 4 dicembre, perché «poi non so cosa succederà». Nel Patto, ha elencato il governatore, ci sono risorse per infrastrutture (tra cui il completamento della Pedemontana), per la depurazione dei laghi e il Campus dell’Università di Milano nell’area dopo Expo.