Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Sistemi integrati di infomobilità

Un framework metodologico basato sugli ITS per colmare il gap attualmente esistente per i servizi di trasporto collettivo dell’utenza

Il sistema proposto risponde in maniera oggettiva all’esigenza di migliorare la qualità dei servizi, attraverso la georeferenziazione degli utenti che diventano parte attiva nel processo di monitoraggio delle performance dei servizi. I dati relativi agli spostamenti degli utenti, rilevati tramite i sensori di localizzazione degli smartphone di nuova generazione, possono essere correlati ai dati di offerta degli attuali servizi di trasporto pubblico attraverso le tecniche del data mining, evidenziando eventuali criticità laddove l’offerta non soddisfi le esigenze della domanda di mobilità.

Con l’utilizzo delle tecnologie di localizzazione degli elementi del sistema (utenti, mezzi, punti di interesse sul territorio, ecc.) e la disponibilità degli utenti alla condivisione di informazioni (crowd-sourced data) si garantirebbe l’accesso a soluzioni economicamente e tecnicamente sostenibili nel complesso e articolato sistema dei trasporti di un determinato ambito territoriale. Con questi presupposti, infatti, l’implementazione di una piattaforma sviluppata secondo la logica di centralizzazione delle informazioni di mobilità, in collaborazione con gli Enti gestori dei servizi di trasporto pubblico locale, consentirebbe di disporre di uno strumento avanzato di pianificazione strategica per l’ottimizzazione dei sotto-sistemi di domanda e offerta, con l’obiettivo di migliorare l’accessibilità del territorio e promuovere l’utilizzo di modi sostenibili.